Saint-Exupéry. L’ultimo volo, di Hugo Pratt, Rizzoli Lizard, 1994

Ristampa tascabile di una delle ultime storie di Pratt, realizzata l’anno prima della morte: 60 tavole a colori tenui, con una dominanza azzurra e giallo-pallido. Il disegno è rarefatto, stilizzato, lontano da ogni realismo. La trama ha un andamento onirico, il protagonista segue l’esile filo di ricordi che il lettore sa appartenere alla sua biografia.

Pratt racconta gli ultimi minuti dell’ultimo volo di Antoine de Saint-Exupéry, poeta, scrittore, avventuriero, pilota postale, unanimemente famoso per aver inventato “Il piccolo principe” (che compare in una delle prime tavole).

Saint-Exupéry muore il 31 luglio 1944, un lunedì, davanti alla costa di Marsiglia; il suo aereo viene abbattuto da due della Luftwaffe, precipita in mare. Il corpo non è stato ritrovato. Sparisce così, in una forma romanticamente letteraria, diventa leggenda, mito per le generazioni future.
Aveva 44 anni. Pilotava un aereo da ricognizione, decollato da Chambery per tracciare mappe utili allo sbarco degli Alleati, che si sarebbe concretizzato due settimane dopo. Non ha armi a bordo, solo macchine fotografiche.

Prima di essere abbattuto, il pilota – a volte suggestionato dalla forma delle nuvole – ricorda le esperienze vissute in Argentina, Marocco spagnolo, Egitto, Libia, Guatemala, New York, Saigon, la guerra civile spagnola.
“Non riesco a coordinare tutti questi ricordi. Vanno e vengono. Una immagine si sovrappone all’altra”.

Pratt accompagna il personaggio in un trapasso dolce, senza dolore, simile a quello di chi si addormenta: “No! Non ho nessuna voglia di svegliarmi. Nessuna voglia… E se poi decidessi di svegliarmi, lo farei solamente a nord dell’ultimo sogno”.

One Response to Saint-Exupéry. L’ultimo volo, di Hugo Pratt, Rizzoli Lizard, 1994

  1. Personaggio che ha ispirato la bellissima canzone Pilota di Guerra di Francesco De Gregori.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.