Victor Moses, il trentesimo africano

Certe statistiche suonano sorprendenti: l’Inter ingaggia Ashley Young e si scopre che è solo il terzo inglese tesserato in tutta la storia nerazzurra; dalla Nigeria arriva Victor Moses, ed è il trentesimo nato in Africa.

Scorrendo i nomi di chi l’ha preceduto, ho costruito una classifica: quella del valore assoluto degli africani in nerazzurro. Sarebbe molto diversa una classifica sul loro impatto effettivo, basti pensare alla sfortuna che ha rovinato Nwankwo Kanu: chi ricorda le Olimpiadi di Atlanta, sa che era un autentico fenomeno. Resta uno dei maggiori rimpianti averlo visto accanto a Ronaldo per pochi minuti.

  • Samuel Eto’o
  • Obafemi Martins
  • Eddie Firmani
  • Taribo West
  • Mohamed Kallon
  • Sulley Muntari
  • Kwadwo Asamoah
  • Keita Baldé
  • Houssine Kharja
  • Saphir Taider
  • Pierre Womé
  • McDonald Mariga
  • Geoffrey Kondogbia
  • Nwankwo Kanu

Cyril Domoraud, Ishak Belfodil, Victor Obinna, Joel Obi, Alfred Duncan, Ibrahima Mbaye, Tijani Belaid, Gaston Camara, Isah Eliakwu, Nwankwo Obiora, Isaac Donkor, Daniel Boumsong, Ibrahim Maaroufi.

Fuori classifica: Assane Gnoukouri, ancora tesserato, cresciuto nel vivaio, debuttò in A nella stagione 2014-15, ma non gioca da oltre tre anni a causa di alcuni problemi cardiaci. Khalilou Fadiga: l’ala senegalese non riuscì mai a scendere in campo: arrivò dall’Auxerre nell’estate del 2003, ma furono ravvisati alcuni problemi al cuore durante le visite mediche; mesi dopo rescisse il contratto e andò in Inghilterra, al Bolton.

10 Responses to Victor Moses, il trentesimo africano

  1. metalupo says:

    Taribo tuttora mitologico.

  2. Un paio di buoni giocatori ai quali ci siamo affezionati, uno ottimo e un campione.
    Il resto va dalle delusioni alle meteore, non una grandissima tradizione con la nostra maglia addosso.
    Moses m’aveva colpito al Chelsea, ma “i fedelissimi” chiesti a gran voce dal tecnico di turno sono un’altra categoria non fortunatissima.
    Scettico.

  3. Massimo Marcotullio says:

    Ciao Rudi Eddie Firmani prima di Obafemi Martins a mio avviso.
    Tacchino freddo aveva una tecnica invidiabile.

    • Rudi says:

      Vero, Massimo, ma Firmani non l’ho mai visto, mentre Oba Oba l’ho messo in copertina nelle Confessioni di un interista ottimista…

      • Massimo Marcotullio says:

        Anch’io Rudi ho visto solo qualche immagine d’archivio ma da quel che ho letto mi sembrava superiore ad Oba Oba.

  4. Paolo Sproviero says:

    Se conserva una condizione adeguata a dispetto della sua conclamata fragilità muscolare può dire la sua a paragone dei nostri esterni. È una scommessa che spero si possa vincere.

  5. piero72 says:

    Martins mi faceva impazzire soprattutto quando subentrava. Ammetto una totale antipatia calcistica e umana per Muntari e, quindi, lo avrei messo in fondo alla lista . Kanu un rimpianto immenso

    • Rudi says:

      Muntari segnò il gol decisivo di una decisiva vittoria sulla Juve, su passaggio di Ibra…

      • Luca Grasso says:

        Più che passaggio fu un tiro sbagliato che si trasformò in assist. Di Muntari ricordo di più un gol in Supercoppa contro la Roma, quella del rigore decisivo sbagliato da Totti…

      • piero72 says:

        Ma a Catania, senza praticamente toccare la palla, in due minuti riusci a rimediare un doppio giallo e a provocare un rigore. Contro la juve stava per sbagliare a porta vuota

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.