Primi numeri emiliano-romagnoli

Prima di imbarcarmi in qualche commento, ecco qualche numero che ritengo significativo.

Stefano Bonaccini avrà una maggioranza di 29 consiglieri su 50: oltre a lui, ci saranno 22 del Pd, 3 della Lista Bonaccini, 2 dei Coraggiosi, uno dei Verdi.

All’opposizione, Lucia Borgonzoni sarà accompagnata da 14 consiglieri della Lega, da 3 di Fratelli d’Italia e da uno di Forza Italia (totale 19).

Infine, il Movimento 5 stelle elegge 2 consiglieri.

In Aula non c’è più un’opposizione di sinistra.

Ha votato il 67,7% degli aventi diritto, molti più del 2014, ma meno di quanti votarono nel 2010; a Bologna si è sfiorato il 71%, a Piacenza si è superato il 62%.

L’enfasi sulla partecipazione al voto nasconde un dato rilevante: il Pd è la prima lista per numero di consensi con 749.976 voti, la Lega si ferma a 690.864, ma il vero primo partito è l’astensione con 1.182.682 individui che sono rimasti a guardare questa specie di battagkia di Stalingrado in sedicesimo.

I voti raccolti da Bonaccini (1.195.742) quasi coincidono con quelli ricevuti da Vasco Errani nel 2010 (1.197.789).

Il centro-destra ha spinto Borgonzoni a 1.014.672 voti, molti più di quelli che nel 2010 raccolse Anna Maria Bernini.

Fra chi ha votato solo il Presidente e chi ha votato le liste c’è uno scarto di 163.281 voti. Bonaccini ha un segno più di 155.260 voti, ma anche Borgonzoni ha un più di 32.885. In questa sorta di implicito “ballottaggio”, hanno perso voti il candidato M5stelle (meno 21.772) e i candidati di Potere al Popolo (meno 1.021) e l’Altra Emilia-Romagna (meno 1.847).

Hanno fatto voto disgiunto – immagino a favore di Bonaccini – il 21% dei votanti M5stelle e il 24% degli elettori dell’Altra Emilia Romagna.

2 Responses to Primi numeri emiliano-romagnoli

  1. metalupo says:

    Credo che il disamore per la cosa pubblica, per tutto quello che riguarda il governo nazionale o regionale, abbia raggiunto in quelli della mia generazione e nella generazione dei miei figli dei livelli mai raggiunti prima.
    Parlo tutti i giorni con molte persone, nemmeno una oggi ha menzionato le regionali.
    Nemmeno uno.
    Ma Kobe sì.
    Molti, anche chi di basket non si era mai interessato.
    Personaggi così lasciano un vuoto.
    Altro che l’ennesimo insignificante politico.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.