Il Borges di Scianna

Nel 1984, l’ottantacinquenne Jorge Luis Borges fu chiamato a Palermo per ricevere un premio.

Nel quartiere Palermo di Buenos Aires, Jorge Francisco Isidoro Luis Borges Acevedo aveva passato gli anni dell’infanzia. Quando arrivò nel capoluogo siciliano era già cieco.

Il siciliano Ferdinando Scianna, non ancora quarantenne, andò a fotografarlo sulla terrazza dell’albergo, la meravigliosa Villa Igea. Fra i vari scatti, ce n’è uno in cui lo scrittore guarda verso il cielo, con il volto proteso verso la luce e il calore del sole.

Scianna parlava con lui, mentre lo fotografava.

Era sollevato dal fatto che quel mito gli avesse concesso di farlo. “Borgesianamente, lo divertiva diventare oggetto di immagini che non avrebbe mai visto”.

Ferdinando Scianna, Viaggio Racconto Memoria, alla Galleria Tre Oci, Venezia, fino al 16 febbraio.

One Response to Il Borges di Scianna

  1. Salvatore Alagna says:

    Ricordo di aver visto il Maestro Ferdinando Scianna quando riprese il grande poeta Borges…ero il fotografo ufficiale assieme all’amico e collega Angelo Modesto , dicevo i fotografi dell’ Evento …ma le foto Sono rimaste agli Organizzatori dell’Evento!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.