#Brit-Pop 46: Elvis Costello

Di Declan Patrick MacManus, ho amato soprattutto due aspetti: aver pubblicato un paio di album – Spike, 1989 e Mighty Like a Rose, 1991 – dalla ritmica così coinvolgente, che se li metto su non riesco più a toglierli, e aver cercato ispirazione in mondi lontanissimi.

Cito a memoria: Burt Bacharach, Chet Baker, Brodsky Quartet, Chieftains, Brian Eno, Specials, Rubén Blades, Eurythmics, Paul McCartney, T-Bone Burnett, Billie Joe Armstrong (quello dei Green Day); senza dimenticare gli Attractions – Steve Nieve (piano), Bruce Thomas (basso) e Pete Thomas (batteria) -, la storica band che lo ha lungamente accompagnato.

Chitarrista, innanzitutto, ma con l’appassionata curiosità di passare da uno strumento all’altro, dev’essersi divertito a svariare dal punk alla classica: The Juliet Letters e Painted from Memory restano esempi supremi di contaminazione. E il suo impegno politico è stato tanto costante quanto coerente.

Pietre miliari: Shipbuilding, I Wanna Be Loved, Accidents Will Happen, Almost Blue, She.

2 Responses to #Brit-Pop 46: Elvis Costello

  1. 321Clic says:

    Di Elvis Costello & The Imposters ricordo una emozionante versione live di “I want you”

  2. mauro d'alo' says:

    Elvis Costello è un abile e intelligente artigiano pop. I primi 4/5 album sono imprescindibili per comprendere cosa è stato il pop inglese degli anni ’70/’80. Il primo è il più urgente è sprintoso come suono (This years’ model) ma penso che il capolavoro assoluto sia “Imperial Bedroom” che ha bisogno di molti ascolti per essere compreso appieno, ma dopo non te ne riesci più a staccare….

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.