#CinemaRitrovato 9. Il frutto dell’ira, Henry Fonda e Jane Darwell, Tom Joad reso immortale da John Ford e Gregg Toland. #Furore

The Grapes of Wrath (Furore), John Ford, 1940 – 10

Non so immaginare chi altri potesse esaltare Tom Joad e le pagine di Steinbeck, se non Henry Fonda e John Ford. Accanto a loro, vanno segnalati Jane Darwell, una delle madri più commoventi della storia del cinema, e un attore che, dopo Ombre rosse, trovò qui il suo ruolo migliore: John Carradine è Casy, l’ex predicatore.

Rabbia e compassione sono i sentimenti dominanti di questa polverosa epopea. Uscito dal carcere, Tom Joad torna alla sua vecchia fattoria nell’Oklahoma, e scopre di aver perduto tutto. È diventato un deserto. All’inclemenza della natura, si è sovrapposta l’avidità dell’uomo, migliaia di persone – e tutti i superstiti della famiglia Joad – caricano le loro misere cose sui carri e si dirigono verso Ovest. Dalle badlands agli aranceti: mentre la Grande Depressione devasta l’America, l’Odissea rinasce nella lingua del road movie.

Prodotto da Darryl F. Zanuck per la 20th Century Fox, sceneggiato da Nunnally Johnson, il film fu esaltato dalla fotografia da Gregg Toland (poco dopo farà Citizen Kane): i chiaroscuri della prima ora precipitano in una fiaba dell’orrore, le espressioni dei volti stanno alla pari con quelli fotografati da Dorothea Lange e Walker Evans.

Attraversando New Mexico, Arizona e il deserto di Joshua, la Route 66 viene percorsa da un’umanità alla deriva. Carovane di disperati rimangono vittime di nuove sopraffazioni, sfruttamento schiavistico e odio atavico verso “i rossi”, ma incontrano anche imprevedibili brandelli di umanità (la scena delle caramelle nel drugstore). Il destino si accanirà contro Tom, la giustizia sociale si confonderà con la vendetta personale, un groppo stringerà la gola nell’ultimo dialogo con la madre.

Allontanandosi verso l’orizzonte, la sagoma del protagonista diventa simbolo della ribellione alle ingiustizie; Springsteen tornerà a celebrarla con The Ghost of Tom Joad.

Rivisto in lingua originale, nella versione restaurata: chiunque possa, vada a vederlo.

2 Responses to #CinemaRitrovato 9. Il frutto dell’ira, Henry Fonda e Jane Darwell, Tom Joad reso immortale da John Ford e Gregg Toland. #Furore

  1. luigi says:

    O magari, legga (o rilegga) il romanzo nella nuova traduzione integrale di Sergio Claudio Perroni (Bompiani, 2013).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.