Senza Lukaku, tocca a Eriksen

Lo si temeva, è avvenuto: l’inizio di stagione è davvero “sfortunato”, se si considerano i pali e le traverse, i rigori negati, i numerosi casi di Covid (Skriniar sta battendo tutti i record, quella di Hakimi resterà una beffa pesantissima). E adesso, Lukaku.

Il Totem mancherà contro il Parma, forse anche con Real e Atalanta (nel caso, spero gli venga almeno risparmiata la convocazione nella Nazionale belga). Giocare senza Lukaku sarebbe comunque complicato, appoggiando su di lui – spalle alla porta – quasi tutto il gioco centrale, quello che non va sulle fasce. Può diventare rovinoso, se la squadra non inventa qualcosa.

In vista del Real, Conte lascerà a riposo Vidal e forse altri (Young? De Vrji?). Spero sia già disponibile Gagliardini, il centrocampista più rozzo ma con i migliori tempi di inserimento. Sappiamo di non poter contare su Sensi, dubito si voglia rischiare Sanchez, Lautaro non ha mai giocato con Pinamonti, dunque mi aspetto un modulo diverso.

Per esempio, un 3-4-2-1, con Eriksen e Perisic alle spalle di Lautaro.

Già contro il Parma (ma non basterà a Madrid), serve un Eriksen che tocchi 90 palloni. E serve una maggiore velocità nel farlo girare, il pallone: qualità che solo Eriksen (oltre a Sanchez e Sensi) è in grado di dare.

In questa Inter, pochi prendono il rischio di fare un passaggio difficile. Nel 90% dei casi, “la giocata” segue la logica: allargare sulle fasce, far retrocedere un centrocampista in impostazione, effettuare almeno due passaggi di troppo per ogni azione. Dipende dal fatto che non ci sono palleggiatori sublimi, prevale la quantità sulla qualità, e questo spiega anche le difficoltà di inserimento del danese. Che non è un regista… Che non è un trequartista… Che non ha molta cattiveria agonistica… Ma che sa giocare – e sa pensare – un calcio talmente più rapido di quello dei compagni, da rischiare di apparire un corpo estraneo.

Il pallone, a Eriksen, arriva quasi sempre al momento sbagliato. Mai sulla corsa, quasi mai quando può puntare il suo uomo o inventare un passaggio di prima. Passargli il pallone quando è spalle alla porta è insensato.

E poi, pochissimi sanno giocare senza palla: penso a Barella, a Perisic, a Hakimi, persino a Gagliardini. Gli altri, tutti gli altri, vogliono il pallone sul piede, dunque si assiste a un’infinità di soluzioni poco rischiose, e pochissimo utili (senza Lukaku, poi…).

Far arrivare 5-6 volte il pallone a Eriksen rapidamente e proporsi altrettante volte sul suo primo o secondo tocco: questo è ciò che vorrei vedere contro il Parma.

15 Responses to Senza Lukaku, tocca a Eriksen

  1. Paolo Sproviero says:

    Perfetto.

  2. willerneroblu says:

    Eriksen è un giocatore senza personalità oltre ad essere meno forte ma molto meno forte di Sensi;questa squadra senza Lukaku arriva settima,forse!!

    • wwayne says:

      L’anno scorso Conte ha inchiodato alla panchina Eriksen per far dispetto alla società, che l’aveva comprato senza il suo permesso. Quest’anno ha ceduto alle pressioni mediatiche (immagino anche societarie) e l’ha schierato più volte titolare, ottenendo in cambio sempre risposte deludenti. Come hai detto tu, questo è sintomo di scarsa personalità, perché un giocatore grintoso quando non sente la fiducia dell’allenatore si sente stimolato a farlo ricredere, non si butta giù come ha fatto Eriksen.

    • claudiopaga says:

      willer, guarda che si poteva dire la stessa cosa di Lukaku ad Man U. Chi giudica cosi’ Eriksen non l’ha mai visto giocare col Tottenham in un campionato in cui si gioca un calcio che in italia ci sogniamo.
      ma evidentemente non abbiamo imparato niente dal passaggio di gente come Bergkam, Pirlo, Coutinho dalle nostre parti.
      E’ da inizio stagione che stiamo giocando da cani saltando il centrocampo e nessuno in mezzo sta giocando bene a parte forse Barella. E’ un modo di giocare che funziona se tutti sono in forma e si va a 100 all’ora e in cui il trequartista non serve a niente. Ma facile dare la colpa al capro espiatorio Eriksen.

  3. rugherlo says:

    Ennesimo rigore non dato all’Inter: a cosa serve discutere di tattica e tecnica de prima non si risolve questo problema ? Di che parliamo se l’Inter nkn apre bocca di fronte a tutto questo?

  4. GIOVANNI SALMISTRARO says:

    se altrove piove in questo momento all’Inter diluvia….

  5. Massimo Marcotullio says:

    Sono un insieme di eunuchi mentale gestite da una società di cartapesta.
    Come possiate pensare di competere mi rimane in incomprensibile.
    Stagione già da buttare.

  6. Tante figurine e mezzi giocatori. Gioco noioso, forse Jovetic e Palacio erano più forti dei due in attacco di stasera. Faremo vincere lo scudetto pure a Pirlo.

    • wwayne says:

      Jovetic è un signor giocatore, ma ha un fisico troppo fragile. Al di là dei 2 crociati rotti, se scorri la sua cronaca infortuni su transfermarkt vedrai che si infortuna di continuo sia alla coscia che al polpaccio: questo significa che tra ossa e muscoli nel suo corpo non c’è nulla che funzioni per il verso giusto.

  7. francesco says:

    Inter brutta, e in panchina quello lì ci capisce anche poco secondo me

  8. Bruno Sala says:

    Denny, sintetico ma potente. Con qs ripresa non so come non abbiano dato rigore

  9. Bruno Sala says:

    Aggiungerei che lo “spirito” del var per il fuorigioco (ai guardialinee correggono errori di qualche cm) e per i rigori (all’arbitro viene concesso di sbagliare se ha visto l’azione) è completamente opposto. Una roba assurda, come se non vedere un fuorigioco di cm fosse “chiaro ed evidente errore”. Ma che andassero al diavolo!

  10. denny says:

    Grazie Bruno. Spero che dopo gli arbitraggi che stiamo avendo (fra l’altro quello di ieri era lo stesso che ci aveva danneggiato pesantemente a benevento, ma lì avevamo vinto ed era passato in cavalleria) la finiamo di parlare di schemi, tattiche e giocatori che sbagliano, e capiamo qual è il problema

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.