Picnic a Hanging Rock [id.], Peter Weir, 1975 [filmTv4] – 9

Il romanzo dell’australiana Joan Lindsay (Sellerio) uscì nel ’67, il film arrivò in Italia nel ’77 e per quelli come me, liceali che volevano allargare gli orizzonti, fu un’autentica sorpresa. Poco importa quanto ne capissimo, quanto provassimo a razionalizzare quella sorta di allucinazione… Ancora oggi, rivedendolo, rimane un ampio margine di ambiguità.

La carriera di Weir sbocciò di colpo, presto lasciò l’Australia e trovò il successo hollywoodiano, con opere mai banali (The Truman Show, Witness, Mosquito Coast, L’attimo fuggente) e sempre un po’ misteriose.

Il giorno di San Valentino del 1900 – è estate, siamo agli antipodi, la giornata è afosa – una dozzina di collegiali tutte vestite di bianco vengono accompagnate da alcune insegnanti a una gita presso l’altura vulcanica di Hanging Rock, Quattro ragazzine chiedono il permesso di esplorare le rocce, sedotti dalla loro bellezza due ragazzi le vedono addentrarsi fra quelle pietrose gole. Tre di loro – e una professoressa che nessuno ha visto partire – non ricompaiono. Sembrano svanite nel nulla. L’Appleyard College – con i suoi rigidi, anacronistici, “classisti” codici di comportamento –  piomba nell’incubo, solo una ragazza verrà ritrovata, quasi disidratata ma ancora “integra”… Ma altre due tragedie incombono sul magnifico collegio, decretandone la fine.

Quasi un thriller, con frames spaventosi e un finale aperto: va recuperato il romanzo, perché l’autrice, su suggerimento dell’editore, volle che restasse inedito l’ultimo capitolo, almeno fino alla sua morte, avvenuta nel 1984. Che le ragazze siano morte, abbiano perso il senno, o si siano liberate dalla segregazione collegiale, ognuno potrà valutarlo.

Impossibile dimenticare il flauto di Pan di Gheorge Zamfir, la fotografia di Russell Boyd, la prepotente durezza della padrona del collegio (Rachel Roberts), la solare dolcezza di Miranda (Anne-Louise Lambert).

12 Responses to Picnic a Hanging Rock [id.], Peter Weir, 1975 [filmTv4] – 9

  1. Colpo basso. Che mi riporta indietro di troppi anni. Mai rivisto. All’epoca ricordo che rimasi molto colpito, anche se non era precisamente il tipo di film che mi piaceva.

  2. Visto e rivisto. Vista anche serie TV che ti consiglio di vedere.

  3. Paolo Sproviero says:

    Il mistero. Mai dimenticato. Visto più volte. Stasera I cancelli del cielo director’s cut.

  4. 321Clic says:

    Uno dei miei preferiti di Peter Weir è Un anno vissuto pericolosamente.

  5. Visto a 15 anni, ipnotico, pur non avendolo capito fino in fondo.
    Mai più rivisto

  6. Pingback: Picnic a Hanging Rock, Joan Lindsay, 1967 | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.