Appunti da primi della classe

Dare patenti di interismo è stucchevole, ma Antonio Conte è diventato più interista di molti interisti. Comunque vada, questa immagine non andrà dimenticata.

Di stare primi in classifica nel girone di ritorno, non succedeva dall’anno del Triplete.

Sembrava spompato, l’accelerazione del 3-1 dimostra il contrario: sesta doppietta stagionale di Lukaku.

Chi ancora prova rimpianto per Icardi, dovrebbe farsi vedere da uno bravo.

Fra Lukaku e Lautaro, 35 gol in 32 partite, 27 in 22 di campionato.

Conte non aveva mai schierato una formazione così offensiva dal primo minuto (Hakimi, Perisic, Eriksen, anziché Darmian, Young e Vidal).

Vincere quando si è obbligati a vincere è il segno distintivo delle grandi squadre.

I tre diffidati non si sono fatti ammonire (l’avevo sperato).

L’arbitro ha concesso il rigore con cui sbloccare la partita (l’avevo chiesto).

Simone Inzaghi è un ottimo allenatore, ma finché rilascerà interviste patetiche come quella sul rigore assegnato troppo in fretta non potrà ambire a panchine più prestigiose.

Handanovic è stato costretto a compiere una sola parata.

Mancata con la Juve, la fortuna è riapparsa ieri sera: casuale il rimpallo di Brozovic che spalanca la porta per il 2-0 di Lukaku.

Più che il punto di vantaggio sul Milan, mi piace contarne cinque virtuali sulla Juventus (persino Pirlo adesso si lamenta degli arbitri, mentre Paratici e Nedved continuano imperterriti).

Giocare il derby stando davanti è meglio che dovendo inseguire, purchè non significhi giocare per il pari.

Mancano 16 partite (48 punti disponibili), la Juve ne giocherà almeno 20, il Milan almeno 18: sono convinto che solo una squadra attiverà a 86-87 punti…

36 Responses to Appunti da primi della classe

  1. Bruno Sala says:

    Buongiorno Rudi,

    ieri alla fine del primo tempo scrivevo sul gruppo di wa con i miei amici “se Antonio riesce a far difendere anche Perisic ed Eriksen siamo a cavallo” e questa di ieri sera puo’ essere la formazione base per il prosieguo del campionato.

    Inzaghi oltre che patetico e’ risultato comico, bravissimo nella rivisitazione calcistica della supercazzola prematurata del conte Mascetti.

  2. luigi says:

    Inzaghi è pronto per allenare la juventus, la cui dirigenza (e i cui giocatori simbolo: ad es. buffon) non è meno patetica, quando gli arbitri non le stendono i tappeti rossi: vedi pirlo sul rigore causato da chiellini.
    Per il resto, d’accordo su tutto. Salutate la capolista, forza Inter!
    PS. Le minuscole riferite ai nomi propri non sono errori di battitura, ma corrispondono alla caratura delle persone e delle cose nominate.

  3. Stefano Ferrata says:

    Buongiorno..beh si sta bene no?
    Ieri molto bravo Conte, giocatori offensivi e di qualità con atteggiamento molto coperto e compatto..letali,
    andrei cauto sull’Interismo del mister quella è una foto di un gruppo di lavoro che funziona bene, potevano avere qualsiasi maglietta addosso, direi che forse sta diventando antidirigenza juventina questo si!

  4. chologol says:

    Aggiungo un appunto: è possibile giocare a calcio senza Vidal.

  5. Interator says:

    Che bella sensazione essere lassù a febbraio

  6. Pillole sulla situazione azzeccatissime. Mi fa piacere notare il ritorno all’alternanza tra paragrafi neri e azzurri.
    L’assetto di ieri mi è sembrato convincente. Continuiamo così.
    Lautaro ha inaugurato benissimo l’anno cinese del Toro.

  7. rugherlo says:

    Bella l’immagine di Conte che festeggia con la squadra!
    Bravo Handa al 17 a salvare in uscita su Lazzari. Molto bene Brozo Eriksen, bene Perisic è la Lula (Romelu quando ha sverniciato Parolo mi ha ricordato la Ducati al Mugello…!). Bene bebè bene: organizzati dietro, cattivi, corsi e affilati come un coltello.
    Bravi tutti, compresi Conte e Marotta, che in una situazione molto difficile hanno compattato l’ambiente e stanno facendo bene. Forza Inter!!!

  8. Paolo Sproviero says:

    La lotta per un successo dopo tanti anni di attesa è veramente cominciata, ma in ogni caso ora siamo più maturi e più squadra. Le condizioni esterne hanno condotto tutti a fare di necessità virtù e di virtù ve ne sono ancora da portare alla luce in questo gruppo.

  9. Finalmente. Succeda quel che succeda, siamo tornati a essere una grande squadra. Una squadra vera. Che non ha paura di niente e di nessuno. Lukaku immenso. Brozovic sottovalutato.

  10. francesco says:

    visto solo gli highlights e quella progressione di Lukaku mi ha ricordato l’Adriano di 15 e rotti anni fa, la stessa dirompenza e la stessa sensazione di vedere qualcosa di eccezionale come avveniva ai tempi dell’imperatore. però su Conte non mi fai cambiare idea. lui è semplicemente condannato a vincere lo scudetto (cosa che mi farebbe enorme piacere, e lo farebbe a noi tutti) perchè altrimenti non troverebbe altre panchine in giro per il mondo

  11. Suning non sarà stato tanto felice, ma se per poter essere questi in campionato serviva rinunciare alle coppe, a me va benissimo.
    Se vincere lo scudetto volesse dire doversi ridimensionare il prossimo anno, tornando a lottare “solo” per il quarto posto, ma con un progetto, io firmerei.
    Sono stai undici anni lunghissimi, a tratti intollerabili.

  12. claudiopaga says:

    Il rimpallo e’ fortunoso ma non casuale, avere il tuo regista che va a fare pressing li’ e’ una scelta precisa. Bravi Conte che finalmente ha messo in campo la migliore formazione possibile (non che fosse difficile scegliere fra Eriksen e Gaglia) con l’atteggiamento giusto e grande Brozo che secondo me ha anche qualita’ non cosi’ appariscenti.
    Io rimango convinto che abbiamo la rosa piu’ forte del campionato, alla pari di questa Juve che pero’ ha meno fame di vincere e un allenatore con poca esperienza ma di netto superiore a Lazio, Milan, Roma e Napoli

  13. antonior66 says:

    Partita bellissima contro una squadra in forma e forte. Voglio sottolineare come ha fatto Rugherio l’uscita di Handanovic su Lazzari e il pianginismo ridicolo di S Inzaghi.
    Grandi Perisic ma un po’ tutti Lukaku Lautaro.

  14. Mario Rullo says:

    Perisic ci ha sorpreso tutti per la concentrazione con cui si è applicato ad annullare Lazzari, ieri sera non lo considerero come giocatore offensivo.
    Il Mister è riuscito a coinvolgere due indolenti cronici come il croato e il danese, e questa è una dimostrazione di grande abilità. All’Inter abbiamo vinto solo quando gli allenatori (da Bersellini a Trapattoni e Mourinho) hanno imposto il loro approccio mentale.
    Il recupero in scivolata di Brozo mi ha ricordato una situazione simile con Thiago Motta per il terzo gol col Barcellona.
    Ora sotto col Derby!

  15. Rob Seve says:

    Oggi siamo tutti abbracciati come in quella foto. Di una felicità che ti fa scrivere i post in colori nerazzurri. Grazie Rudi e un abbraccio a tutti i tifosi di questa chat.

  16. Fabio Minervini says:

    A prescindere se vinciamo o meno il campionato, quel pseudo allenatore deve andar via. Avere un centrocampo con ERIKSN, BARELLA E BROZOVIC non è da tutti. E lui che fa? Ci pensa, ci prova e alla fine capisce che è la soluzione migliore. Mi auguro che con il ritorno di Vidal, non panchini Eriksen.

  17. Rob Seve says:

    ieri volevo sublimare la gioia di un evento astrale rarissimo. Non lo faccio mai, ma ho voluto vedere come tessevano le lodi al mondo nerazzurro così mi sono sintonizzato sulla Domenica Sportiva. Hai presente quelle belle torte rigonfie che togli dal forno e che si ammosciano? Paludato, vecchio, insulso e anche incomprensibile. Ma dove sono capitato? Preso dalla rabbia ho cambiato canale su Pressing. Senza arrivare alle analisi di un match analyst ma almeno era obiettivo, scoppiettante e fresco. Vuoi vedere che ora mi tocca ringraziare il Berlusca?!….

  18. Paolo Sproviero says:

    Credo che ci voglia un po’ di equilibrio. Conte, come speravo e come ha più volte detto lui stesso, ha fatto di necessità virtù e una serie di giocatori stanno cominciando a dare quel che possono dare. Direi che quest’anno sta cambiando per la terza volta degli aspetti tattici essenziali, sfruttando gli uomini giusti al posto giusto. Direi, però pure che Eriksen non è stato scoperto a 29 anni come mezzala e neppure Skriniar sia una novità assoluta uno contro uno in spazi più ristretti. Credo che non sia un delitto di lesa maestà ricordare questo: persino il grande HH si era sbagliato, pare, circa la “funzionalità” del grande Mariolino Corso. Tutto bene e ricordiamoci di far risparmiare energia, quando possibile, a quelli che corrono di più perché ieri Lukaku, Barella, Hakimi hanno finito la partita stremati, ma anche Brozovic e Bastoni meritano un po’ di attenzione da questo punto di vista.

  19. metalupo says:

    Sono riuscito solo oggi a vedere gli highlights, io non vedevo una roba come la progressione di bigman da ANNI.
    Ma avete idea di che gesto atletico stiamo parlando? Lukaku è un armadio a tre ante, uno scatto del genere è spaventoso.

  20. piero72 says:

    Fermo restando che non penso un granché di conte allenatore (dell’uomo non ne parliamo), ieri una vittoria come certe ai tempi di Mou. Che ogni tanto giri un po’ bene quasi ci spiazza e spaventa. La notizia delle notizie è che i tre diffidati sono usciti intonsi. Il solo pensiero di non avere Barella nel derby mi avrebbe stravolto

  21. piero72 says:

    Aggiungo che un Perisic così io non l’avevo mai visto. Vietato illudersi con lui e Brozovic, però devo a malincuore dare ragione al mio stucchevole conterraneo capello: può essere la novità per la volata scudetto

  22. Marco Zampedri says:

    Sarei curioso di conoscere le votazioni al sondaggio prima e dopo quest’ultima giornata

  23. Pingback: Quota scudetto in picchiata | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.