Stratagemmi di O. Henry

A volte, O. Henry si rivolge al lettore: “Non cominciate, in nessun caso, un racconto in questo modo”. E non mancano le frasi simili a sentenze:

“La vita è fatta di singhiozzi, sospiri e sorrisi, con una certa preponderanza di sospiri”.

“Sapessero gli uomini come passano il tempo le donne quando sono sole, e che si sposerebbero?”.

“Vi è differenza tra camera ammobiliata e pensione. In una camera ammobiliata, quando si ha fame, gli altri non lo sanno”.

“Quando vi dicono che le ricchezze non danno la felicità, non credeteci”.

“Avevano l’aria di uomini cui la vita si fosse presentata come una giacca rivoltabile: sempre a rovescio, da qualunque parte la si infili”.

“Si suol dire che non ha gustato il sapore della vita chi non abbia sperimentato povertà, amore e guerra”.

“Abitudine, la forza che impedisce alla terra di volare in pezzi, sebbene si senta discorrere di non so che sciocca teoria della gravitazione”.

Di questa raccolta, fa parte Il dono dei Magi, che nel 1952 divenne un episodio di un film collettivo. Questo episodio era interpretato da Jeanne Crain e Farley Granger, alla regia Henry King. In Italia, il film uscì con il titolo La giostra umana, il titolo originale è O. Henry’s Full House; prodotto dalla 20th Century Fox, oltre a King venne diretto da Henry Koster, Henry Hathaway, Jean Negulesco e Howard Hawks.

Il dono dei Magi ci porta alla Vigilia di Natale, e ci mostra i coniugi Dillingham, Della e Jim, poco più che ventenni, che vivono in povertà ma desiderano fare un bel regalo al coniuge. In quella casa c’erano solo due tesori, l’orologio d’oro ereditato da Jim e i lunghi, bellissimi capelli di Della. Pur di non deludere l’altro, entrambi sacrificano il loro bene – Della si fa tagliare i capelli, Jim vende l’orologio – e comprano proprio ciò che l’altro può desiderare: una catenella di platino per l’orologio, una serie di magnifici pettini di tartaruga.

Altri racconti di questa raccolta sono ripresi ne La giostra umana: il vagabondo che cerca di farsi arrestare per sistemarsi in galera d’inverno; il rapimento del bambino insopportabile, che costringerà i banditi a pagare un riscatto per restituirlo; il poliziotto che non può arrestare un vecchio amico omicida, finché non gli restituisce un prestito.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.