Il Napoli al completo (facciamo finta di credere ancora al calcio italiano)

Milan-Napoli, Juventus-Napoli e Roma-Napoli: in sette giorni avremo più di un verdetto e non sarei stupito se Gattuso uscirà da questo trittico con 5-6 punti.

Più volte, ho scritto di considerare la rosa del Napoli seconda solo alla Juve, di valore pressoché equivalente a quella dell’Inter. La gestione del Caso Milik mi è parsa autolesionista, ancora non capisco la strategia dei due portieri che si alternano, ma resta sorprendente che il Napoli stia così indietro.

Sesto, a 15 punti dall’Inter (12 ipotizzando che batta la Juve), ha già accumulato 8 sconfitte: eppure, continuo a credere che il potenziale a disposizione di Gattuso sia di prim’ordine. In campionato, nessuno ha messo alle corde l’Inter come ha saputo fare il Napoli, finendo con un pugno di mosche, perché ci sono stagioni che girano storte e non puoi farci niente. Il Napoli ha il terzo attacco del campionato e la terza differenza-reti, nettamente migliore di quella del Milan, che lo precede di 9 punti.

Al completo, il Napoli non lo abbiamo quasi visto. È stato menomato dalle lunghe assenze – infortuni o Covid – di Koulibaly, Osimhen, Mertens, Ghoulam, Hysai, Fabian Ruiz e Lozano. Nessuno della rosa le ha giocate tutte, il più presente è Politano, non dico altro… In varie partite, Gattuso ha dovuto inventarsi interi reparti. Ma il peggio sembra essere passato, e il quarto posto non è poi così lontano. Ovvio che per una settimana, il tifoso interista debba tifare Napoli.

Anziché buttarlo nel cestino, ecco il post che avevo impostato giorni fa per pubblicarlo domani. Ma ieri abbiamo assistito all’ennesimo scandalo del calcio italiano. Incredibile a dirsi, vi è coinvolta la Juventus, con la patetica complicità di De Laurentiis.

Si doveva giocare il 4 ottobre, Juve-Napoli, e non si giocherà nemmeno il 17 marzo, come ufficializzato la settimana scorsa, ma solo il 7 aprile. E così, anche una delle ultime certezze nel famoso Regolamento viene cancellata. Quando una partita di campionato viene rinviata, la norma è quella di recuperarla alla “prima data utile”. Ovvio il motivo: garantire la regolarità del campionato.

Ieri, di comune accordo, le due società hanno chiesto l’ulteriore rinvio al presidente della Lega, Dal Pino, che ha prontamente ubbidito (poi ci si chiede perché metà delle società non si fidino di lui, rispetto alla mediazione sui diritti tv). È uno scandalo, come tutte le prime volte in cui una regola viene svuotata di senso. Chi fa la corsa sulla Juve e sul Napoli, continuerà a giocare non sapendo se hanno zero, uno o tre punti in più in classifica. Solo uno spudorato può sostenere che il 7 aprile Juve-Napoli abbia lo stesso senso che aveva il 17 marzo.

Gestirsi i calendari a proprio piacimento, scegliendo chi affrontare e quando, è una delle forme dello strapotere juventino, fin dai tempi in cui a capo della Federcalcio stava Umberto Agnelli. Alla Juve sono sempre piaciute le regole ad personam, nemmeno 40 sentenze hanno impedito di fregiarsi – nel proprio stadio, dove ha giocato anche la Nazionale – di due scudetti revocati.

L’attuale capo della Federcalcio, Gabriele Gravina, mentre tutta Italia tornava Zona Rossa, se n’è uscito con questa affermazione: “Non mi sembra sia un grande pericolo, per la salute dei nostri tifosi, a far entrare 100 persone in impianti che ne possono contenere 500-1000, o a far entrare 10mila persone in stadi da 60mila, con il rispetto dei protocolli che abbiamo provato sul campo di saper applicare e di saper comunque portare avanti con grande senso di responsabilità, in uno sport, il calcio, che si svolge all’aperto”.

Ecco, noi ci ostiniamo ad appassionarci a un gioco in cui a dare le carte – come massime autorità calcistiche – ci sono personaggi come Gravina e Dal Pino (ricordate che voleva fare giocare Juve-Inter a porte aperte?). E “il governo dei migliori” ha appena ingaggiato un Sottosegretario allo Sport che entrò in politica facendosi candidare da Berlusconi…

Il rinvio di Juve-Napoli fa capire due cose: la Juve crede nello scudetto e non lascerà nulla di intentato, e il cammino dell’Inter sarà costellato di trappole. Una campagna mediatica è scattata affinché il designatore indicasse nuovamente Orsato, tre anni dopo, ad arbitrare una partita dell’Inter, dopo la sua grottesca autocritica a Novantesimo Minuto.

La manipolazione del calendario è un precedente così disastroso, che potrebbe aprire nuove voragini. In piena pandemia, anziché giocare senza otto titolari, al Torino sarebbe bastato promettere qualcosa al Crotone e chiedere congiuntamente il rinvio della partita. La fantasia dei dirigenti calcistici non troverà limite. Siamo sempre in attesa di vedere le conseguenze sportive del Caso Suarez.

18 Responses to Il Napoli al completo (facciamo finta di credere ancora al calcio italiano)

  1. denny says:

    Rudi forse mi sfugge qualcosa ma secondo me non è detto che lo spostamento al 7 aprile sia meglio o peggio, magari il napoli rientra in lotta per la champions e recupera qualche infortunato, magari salta fuori un focolaio di positivi alla gobba… poi in generale sono d’accordo che farsi il calendario a proprio uso e consumo sia uno dei modi con cui quelli là gestiscono la serie a, ma potrebbe anche ritorcersi contro di loro (vedi ultima partita in casa con noi…)

    • Rudi says:

      Mai visto prima in 120 anni che una data prefissata venga cambiata su richiesta delle due squadre. Le autorità sportive dovevano tutelare le altre 18. Che stanno zitte…

    • Rudi says:

      Dimenticavo: a marzo scorso, venne fatta giocare Juventus-Inter prima di Inter-Sampdoria… Forse bisognava riportare la Juventus in testa al campionato prima della sospensione.

      • willerneroblu says:

        Giocarono con Rugani positivo,come disse inconsapevolmente la fidanzata,,,,,

    • denny says:

      Per carità, sul fatto che quelli si fanno sempre i loro comodi (con federazione, lega, arbitri, giornali…) sfondi una porta aperta, dico solo che a volte non è facile prevedere il momento più conveniente in cui giocare una partita. A voler fare troppo i furbi si può finire anche col darsi la zappa sui piedi

      • Roberto Di Giuseppe says:

        Condivido, denny. Il diabolico killer del governo Conte, per esempio. Alcune settimane dopo si ritrova a capo di PD e 5stelle due leader da lui pugnalati alla schiena…

      • denny says:

        Effettivamente fra renziani e juventini noto una certa somiglianza ;)

  2. willerneroblu says:

    Fateci caso,l’eliminazione della Juve sparita dai radar,la Champions non esiste piu,anche perchè è tornato l’EuroMeelann …. l’ha scritto veramente la Gazzetta…
    Tornando ai gobbi il problema non è se sarà meglio o peggio ma che fanno quello che vogliono e attenzione,ballano i due punti della partita con la Lazio che arriveranno al momento giusto…
    L’unica piccola speranza,incredibilmente a dirsi,la ripongo in Marotta e Conte loro sanno……

  3. rubensosa80b rubensosa80 says:

    Bah…ADL mi pare volesse spostarla da parecchio tempo.
    E’ un campionato scontato come quello degli altri anni, faranno di tutto per far arrivare la juve in champions ma stavolta non so se ce la faranno.

  4. rugherlo says:

    “ma resta sorprendente che il Napoli stia così indietro”: non è lo se consideri Gattuso una brava persona ma allenatore poco adatto ad una squadra da vertice. Se allenato da Conte il Napoli forse sarebbe al nostro posto, sicuramente al posto del Milan.
    Ma parliamo della Juventus e del suo rapporto con le regole: qui siamo alle solite e c’è un concorso di colpa tra chi ci mette il dolo, e chi invece subisce e zitto.
    Poverini, poi li vedi in Europa (i gobbi) con lo sguardo smarrito, perché gli arbitri, nonostante gli ululati della panchina bianconera come tanti maiali al trogolo, applicano il regolamento.
    Per loro ci vorrebbe giusto il sensibile Orsato, degno erede del prode Ceccarini.
    E nulla, nonostante questo, nonostante il maestro Pirlo, nonostante CR7 prima pompato dai mediaservi e ora, dopo l’ennesimo fallimento europeo, buono per il Rudo, stavolta se la pigliano nel fiocco.
    Perché non ce la faranno.
    E per questo possono ringraziare soprattutto due persone la cui capacità e lungimiranza spero resti a lungo nello staff dirigenziale Juve: Paratici e Nedved.
    Ah, quando due figure come Dal pino e l’altro della FIGC di faranno da parte, sarà sempre troppo tardi.
    Mi sono chiesto a volte perché continuare a seguire questa buffonata e perché ho l’Inter nel cuore: per la 1^ posso dire che è il piacere di tornare un po’ bambini, al tempo della gioco, delle figurine, delle sfide in cortile.
    L’Inter: difficile dirlo, squadra che mi ha fatto gioire e disperarare; ora la seguo, anche con più distacco, ma la seguo sempre, come qualcosa di caro.
    Bene, a me piace vincere, ma ancora di più, preferisco farlo lealmente.
    Per questo la Juventus mi sta cordialmente sulle palle. Per questo, tifo Inter.

  5. Luca Casadio says:

    Il vero problema è che le altre squadre (Roma esclusa) se ne fregano. Mentalità italiana, se non riguarda me, mi giro dall’altra parte. Ci dovrebbe invece essere unione di intenti contro queste cose. La cosa ridicola non è la Juve che chiede lo spostamento della partita, ma la Lega che glielo concede senza batter ciglio. Negli altri campionati il calendario si decide all’inizio e, a meno di casi gravi, rimane quello. Il Liverpool lo scorso anno giocò lo stesso giorno una partita del Mondiale per Club e una di Coppa di lega schierando la primavera. Qui da noi invece in base ai capricci di una società (non punto il dito esclusivamente contro la Juve) la Lega si “piega”.

  6. Pingback: Quota scudetto in picchiata | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.