Blow [id.], Ted Demme, 2001 – [filmTv53] – 7

George Jung cominciò a trafficare marijuana quasi per caso, nella California di fine anni Sessanta, per poi divenire uno dei più importanti trafficanti di cocaina, legato al famigerato Cartello di Medellín. Finito in carcere, ha raccontato la sua versione dei fatti a Bruce Porter, che nel 1993 ne ha tratto le pagine alla base di questo film: Blow rimane l’ultima regia di Ted Demme, l’anno dopo morì d’infarto, nemmeno quarantenne.

Johnny Depp è George Jung, Ray Liotta e Rachel Griffiths interpretano i genitori, Penélope Cruz è Mirtha, Franka Potente è Barbara: mentre Mirtha diverrà sua moglie, Barbara morì giovanissima ed era stata il suo grande amore.

A raccontarci la storia è lo stesso George Jung. Negli anni Cinquanta in Massachusetts, vede il padre lavorare duramente e non risparmiarsi, pur di garantire alla moglie un certo tenore di vita; eppure venne costretto a chiudere la sua ditta, e George ne ricavò che l’onestà non paga. Nell’estate del Sessantotto, si trasferì insieme all’amico Tonno in California: poté vivere in pieno la rivoluzione sessuale e a far soldi rapidamente grazie all’esponenziale aumento della domanda di erba da parte degli hippies. Dalla West Coast alla costa orientale il passo è breve. Più lungo e, soprattutto, più sanguinario fu il passo necessario a imporsi come importatore di coca colombiana, dopo aver conquistato la fiducia di Pablo Escobar e rubato Myrtha a un suo sottoposto.

Stranezze del casting: a Rachel Griffiths fanno interpretare la madre di Johnny Depp, ma l’attrice ha cinque anni meno rispetto all’attore.

Classica storia di ascesa e caduta, George comincia da sbruffone e finisce per cedere al sentimentalismo, immaginando di abbracciare l’amatissima figlia Kristina, che invece gli nega una semplice visita in carcere. La frase che chiude il film – Ormai non trovo più cavalli bianchi o belle donne alla mia porta – rimanda a Lucky Man degli Emerson, Lake & Palmer.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.