Storie nere, Jordi Bernet – Enrique Sánchez Abulì

Raccolta di 23 storie brevi – in bianco e nero per 170 tavole complessive – realizzate in un quinquennio e riesumate da riviste tutte all’epoca già chiuse (a farlo notare è lo sceneggiatore, Sánchez Abulì, nell’introduzione al volume Magic Press). Il tono prevalente è sordido, amorale, con qualche caduta splatter, a volte spunta un retrogusto comico.

Di Bernet, mi è piaciuto il segno fin dai tempi in cui illustrava Carlos Trillo – Custer, Sarvan, Kraken – dunque ben prima di comporre la saga noir del killer Torpedo: le tavole sono dinamiche con un forte impatto nel gioco delle ombre e dei contrasti, le curve delle donne sono sinuose, gli sfondi rivaleggiano con quelli di Magnus.

Bernet è sempre noir. Il suo è un mondo lurido e senza redenzione, abitato da uomini orrendi – autentico campionario di freaks e falliti – e donne incantevoli, miraggi da desiderare, possedere e (spesso) brutalizzare.

In queste storie così diverse per ambientazione (dal western alle periferie urbane, guerre assortite, dalla giungla al Messico), la coppia di autori spagnoli mostra una costante attrazione per l’altro lato dello specchio scuro, alternando una serie di esplorazioni della violenza con improvvisi capovolgimenti di senso.

Fra gli altri: l’originale modo di vendicarsi della vedova del capitano appena assassinato; il nano e la sua cupa ossessione per Ada; i tre uomini che corteggiano una donna bellissima sulla nave da crociera e poi se ne cibano dopo il naufragio; i bambini che nascondono segreti inconfessabili…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.