Quella notte a Miami… [One Night in Miami], Regina King, 2020 – [filmTv70] – 8

Storia potentissima, sceneggiatura impeccabile, regia che non sembra di un’esordiente… Forse il risultato poteva essere più emozionante, meno didascalico, ma l’obiettivo era difficilissimo: chiudere nella stessa stanza di un motel quattro eroi afroamericani.

A Miami, il 25 febbraio 1964, Cassius Clay si è appena impossessato della cintura di campione del mondo dei Massimi. A bordo ring tre amici: Jim Brown, il miglior runningback della NFL, Sam Cooke, “il re del soul” all’apice del successo, e la sua guida spirituale, Malcolm X, in rotta di collisione con la Nation of Islam proprio mentre convince il pugile a farsi musulmano.

Musica e sport, gli unici ambienti in cui agli afroamericani era consentito emergere. Nel film, si immagina Malcolm X che cerca aiuto, critica e blandisce tre amici sulla cresta dell’onda, li invita a riflettere sulla propria responsabilità. Ricchi, famosi, vincenti: quale influenza potrebbero avere per l’emancipazione del popolo nero, quale presa di coscienza potrebbero favorire, schierandosi senza opportunismi… Ma per tanti neri, l’unica emancipazione possibile sta nel conquistare il successo e fare soldi. E lo stesso Malcolm X è “protetto” da guardie del corpo, ma l’inedito pericolo che gli deriva dalla Nation of Islam sta diventando più inquietante di quello del nemico storico, l’FBI.

Nata in teatro, la scrittura è di Kemp Powers, che partorisce un What If politicamente e storicamente fondato: quella stanza di motel racchiude una rivoluzione allo stato nascente. Eli Goree rende bene il giocoso infantilismo di Cassius, Aldis Hodge mostra lo scetticismo di chi sente scricchiolare le ginocchia e medita di darsi al cinema, Leslie Odom Jr. illumina l’ambiguità di un fenomenale cantante che non ha saputo scrivere Blowin’ in the Wind, e pur senza poter competere con il Denzel Washington di Spike Lee, Kingsley Ben Adir sa restituire l’amarezza e la solitudine di un uomo che non vorrebbe ridursi a martire.

#Oscar2021

5 Responses to Quella notte a Miami… [One Night in Miami], Regina King, 2020 – [filmTv70] – 8

  1. Pingback: #Oscar2021 | RUDI

  2. Rob Seve says:

    Ma mannaggia la miseria te e alla tua mania di scrivere le cose al contrario alla tua maaniera intellettuale di sinistra anni 60.
    Mi hai fatto passare un brutto quarto d’ora mannaggia la miseria un quarto d’ora di ansia ansiolitiche. Me la pagherai cara me la pagherai…
    Mi hai fatto imbestialire la moglie… E ti ho detto tutto lei è pericolosa
    ;-)

  3. Rob Seve says:

    Ecco, adesso sei dentro Luttazzi, sono Fogne tue, lui le chiude. Soprattutto nei commenti, soprattutto nell’ultimo racconto

  4. Francesca70 says:

    Mi sono convinta già dal primo paragrafo: film da vedere. Grazie per la recensione.

  5. Pingback: Addicted. Desiderio irresistibile [Addicted], Bille Woodruff, 2014 – [filmTv72] – 3 | RUDI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.