D’accordo con Pistocchi, che sta aspettando ancora Zhang?

Intervistato da Marco Macca per FcInter1908, Maurizio Pistocchi ha detto molte cose che condivido. Ho cominciato a scriverle fin dall’autunno scorso, ne riprendo alcune.

«Il Napoli in questo momento sta bene, ha ritrovato giocatori importanti. Ha una sua identità e anche quando ha perso a Torino contro la Juventus ha giocato una buona partita. Credo che l’Inter non farà una partita difensiva, ma cercherà di produrre gioco. I duelli chiave saranno a metà campo. Sono molto curioso di vederla, perché sono convinto che, con la Juventus, il Napoli abbia la squadra migliore del campionato».

«Il problema della Juventus non è stato la rosa: il club ha sbagliato a cacciare Sarri, che a questo punto del campionato, aveva un punto in più dell’Inter di Conte. Quest’anno, invece, ha 12 punti in meno dei nerazzurri e 13 in meno dell’anno scorso. I bianconeri hanno spesso sbagliato l’approccio alle partite, e questo potrebbe essere riconducibile a dei difetti di comunicazione di Pirlo. Ma, a mio modo di vedere, la Juventus resta la rosa più forte del campionato».

«Penso che, con la rosa a disposizione, a mio parere inferiore sia a quella della Juventus che a quella del Napoli, Conte abbia fatto un capolavoro. Ha tirato fuori tutto il possibile dai giocatori».

Tralascio altre considerazioni di Pistocchi sul rapporto fra Inter e media e sul cosiddetto “bel giuoco”. Mi riallaccio ai suoi dubbi sul futuro societario, visto che anche questa settimana è passata senza che il giovane Zhang sia sbarcato a Milano.

Da due mesi, la settimana buona è sempre la prossima. Che il presidente dell’Inter continui a rinviare il suo ritorno, facendo trapelare il fastidio per doversi sottoporre a quarantena, è la nota dissonante in questa strepitosa sinfonia.

Suning potrebbe diventare la prima proprietà straniera che vince il campionato di Serie A, il valore dell’Inter crescerebbe con lo scudetto, ci sarebbero maggiori entrate (Lega, sponsor tecnico, eccetera) e la prima fascia nel prossimo sorteggio Champions, ma dai cinesi è lecito aspettarsi parole chiare sul tipo e la durata dell’impegno che vogliono assumersi.

Il mercato estivo può aprire un ciclo di successi, o far sì che la stagione 2020-21 rimanga una parentesi. Va prolungato il contratto di Conte, senza di lui sono a rischio le permanenze di Lukaku, Lautaro, Hakimi, forse altri. Va finalmente svelato il nome del marchio che sostituirà Pirelli. Vanno prese decisioni definitive sullo stadio. E dopo mesi passati a mostrare i libri contabili ad agenzie e potenziali nuovi soci (o compratori), Suning ha il dovere di comportarsi con l’Inter in modo diverso da come ha fatto in patria con la squadra di Nanchino, che pure ha vinto lo scudetto.

Puoi vincere una volta senza disporre della rosa più forte: puoi farlo se l’allenatore spreme il 110% dall’organico e gli avversari sbagliano clamorosamente. Ma fra poco più di un mese finirà il campionato, e se siamo a questo punto è anche per una buona dose di fortuna: Handanovic, Lautaro, De Vrji, Hakimi, Barella, Bastoni, Lukaku, Skriniar e Brozovic le hanno giocate quasi tutte. A paragone con Napoli, Milan e Juve – un po’ per caso, un po’ per merito dei preparatori atletici – l’Inter non ha sofferto per lunghe assenze, anche il Covid è stato ammortizzato con minimi danni. A volte ho l’impressione che si dia tutto per scontato, che questi 11 o 12 punti di vantaggio vengano considerati “naturali”.

Non è così. Finora l’Inter viaggia a un ritmo che nessuno ha saputo tenere nei grandi campionati europei: 74 punti in 30 giornate equivalgono a 2.47 a gara, il Manchester City di Guardiola sta a 2.31, il Bayern Monaco a 2.32, l’Atletico Madrid a 2.23, e il Lille a 2.12. I nerazzurri finora hanno perso solo due volte, per Atletico e Bayern le sconfitte sono tre, quattro per il City.

Disinteressiamoci di chi straparla di bel giuoco, ma non sfidiamo la buona sorte solo perché Conte ha mostrato di poter vincere anche con Matri e Giaccherini, Estigarribia e Quagliarella, Vucinic e Pepe.

7 Responses to D’accordo con Pistocchi, che sta aspettando ancora Zhang?

  1. piero72 says:

    Rudi lo penso da parecchio e qui l’ho ribadito mi pare la scorsa settimana: la proprietà deve rompere gli indugi e chiarire intenzioni e possibilità. Personalmente in Champions mi basterebbero gli ottavi. Preferisco mettere in fila qualche Scudetto. Ma anche per questo serve chiarezza. Faccio un esempio. Mi piace parecchio Locatelli: Suning ha la forza di strapparlo alla juventus? Non parliamo del migliore (De Bruyne) ma di un buon/ottimo giocatore

  2. metalupo says:

    Io sono convinto che scudo o no, qualsiasi proprietà imposterà mercato al risparmio. È l’andamento mondiale che lo dice.
    Spero di sbagliare.

  3. wwayne says:

    La Juve non ha sbagliato a esonerare Sarri, perché non aveva legato con la squadra, non aveva portato il bel gioco per cui era stato preso e soprattutto aveva un modo di essere e di comportarsi lontano anni luce dallo stile Juve. Il vero errore è stato prendere al suo posto un “allenatore” con 0 giorni di esperienza. Eppure il precedente di Ciro Ferrara avrebbe dovuto dissuaderli da una mossa così scriteriata.
    La probabile vittoria del campionato 2020 – 2021 rischia di rimanere una parentesi principalmente perché Suning sembra avere le pezze al culo. E’ in una crisi così profonda da non riuscire a pagare neanche i giocatori già comprati, come Hakimi e Lukaku.
    Quagliarella è un grandissimo giocatore, quindi reputo fuori luogo metterlo sullo stesso piano dei 5 scarponi che hai citato. Matri in particolare era così scarso che non riusciva a metterla dentro neanche quando tutta la squadra giocava per lui (com’è successo durante la sua esperienza in viola, fortunatamente brevissima).

  4. rubensosa80b rubensosa80 says:

    Secondo me ci sono tutte le condizioni per aprire un bel ciclo pur senza fare pazzie sul mercato, in Italia non credo nessuno le farà.

    PS. domenica vince il Napoli.

  5. taapiiza says:

    Credo che Gli Zhang non chiariscano il futuro societario al momento, perché non lo sanno nemmeno loro. Credo vogliano fare di tutto per restare proprietari di maggioranza, ma ancora non possono confermarlo. Sarebbe interessante però sapere quali istruzioni hanno Marotta ed Ausilio..

  6. antonior66 says:

    Off topic
    Ma
    Se stasera si perdesse, sarebbe davvero una brutta cosa? Io ne dubito…

  7. Nicola Moretto says:

    Attenzione alla Superlega: oltre che la Storia del calcio qui si rischia di riscrivere anche questo Campionato: Dio non voglia…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.