Frenata… si è accesa la spia della riserva

Lo Spezia mi è simpatico, spero si salvi e che questo punto si riveli decisivo… Non che lo si sia voluto regalare – hanno giocato tutti i titolarissimi e Conte si è concesso appena due cambi – ma è chiaro che la squadra non aveva la feroce determinazione che l’ha accompagnata fra gennaio e marzo.

Aggiungiamo il pessimo errore di Handanovic – il più grave della stagione – e la serata negativa di Lukaku, un po’ di sfortuna (4 pali colpiti, fra Napoli e Spezia), la nota difficoltà a giocare ogni tre giorni e l’ansia che prende chi non ha mai vinto davanti al trofeo imminente…. Conte sa come stanno le cose, quanta benzina è rimasta nel serbatoio, ora arrivano Verona e Crotone, con 6 punti sarebbe quasi fatta. La Quota Scudetto è scesa ancora, ora sta a 85 punti (ricordo di aver scritto che era una fortuna che l’Atalanta fosse tanto staccata). E siccome la lotta per il quarto posto è apertissima, le implicate si potranno danneggiare a vicenda, fino al 23 maggio, quando Atalanta-Milan potrebbe essere la vera nemesi della Superlega.

Non ho visto la partita del Picco. Highlights e commenti fanno capire che la squadra sta rifiatando, dopo uno sforzo pazzesco, corroborato dalle 11 vittorie consecutive. Nelle ultime due partite sono arrivati i gol di Eriksen (il primo in campionato) e Perisic (appena il terzo, non segnava da Firenze), e sappiamo bene quale sia il peso specifico della Lu-La. Il trio di centrocampo sembra al lumicino, forse era il caso di dare spazio a Senzi e/o Vecino, ma che Conte volesse vincerla, mi sembra chiaro proprio dall’undici titolare.

La questione Handanovic rischia di far deragliare il mercato. A differenza di tanti altri, il mio voto alla stagione di Samir è sufficiente (se siamo la miglior difesa del campionato è anche merito suo, senza dimenticare la famosa “costruzione dal basso”, in cui è il numero 1 di questa Serie A), ma è evidente che una “papera” come quella di ieri sera imponga l’arrivo estivo di qualcuno più affidabile di Radu.

Infine, solo due parole sul naufragio della Superlega. Riproduco il reticente comunicato ufficiale della società: «FC Internazionale Milano conferma che il Club non fa più parte del progetto Super League. Siamo sempre impegnati a dare ai tifosi la migliore esperienza calcistica; l’innovazione e l’inclusione sono parte del nostro DNA fin dalla nostra fondazione. Il nostro impegno con tutte le parti interessate per migliorare l’industria del calcio non cambierà mai. L’Inter crede che il calcio, come ogni settore di attività, debba avere interesse a migliorare costantemente le sue competizioni, per continuare ad emozionare i tifosi di tutte le età in tutto il mondo, in un quadro di sostenibilità finanziaria. Con questa visione continueremo a lavorare insieme alle istituzioni e a tutte le parti interessate per il futuro dello sport che tutti amiamo».

Quanto è accaduto, non mancherà di provocare effetti rilevanti. Non vedo come i dirigenti di Juve, Inter e Milan possano “rappresentare” il resto della Serie A, e anche a livello Uefa mi aspetto scosse tumultuose, perché non è solo il contenuto del progetto a mostrare la divaricazione fra gli interessi in campo: è la segretezza con cui è stato gestito, a dare la misura di una perdita di fiducia quasi irrimediabile.

I più ricchi e più indebitati non smettono di essere anche i più potenti. Hanno subito una sconfitta umiliante, ma presto prepareranno la rivincita, mascherata da parole come “innovazione” e “inclusione” e da obiettivi aulici come “continuare ad emozionare i tifosi”.

Dalle parole di Marotta e di Maldini – tardive, a giochi fatti – e dal silenzio di Zanetti, si deduce che le proprietà abbiano agito direttamente, senza coinvolgere il management. Mi sembra strano, ma facciamo finta di crederci. E facciamo pure finta di credere che sia tutta colpa di Beppe Sala se dello stadio non si vede l’ombra… Cosa aspetta Steven Zhang a venire a Milano e a sciogliere certi nodi? È la prima volta che una squadra rischia di vincere lo scudetto non grazie alla proprietà, ma nonostante la proprietà.

16 Responses to Frenata… si è accesa la spia della riserva

  1. In riserva ci vedo solo Lukaku.
    Premesso che non mi è piaciuto l’approccio alla partita, secondo me è mancata un pò di fortuna che in altre gare abbiamo avuto (con l’Atalanta e il Napoli all’andata ad esempio) ma la squadra ha creato tante occasioni.
    A memoria ricordo i 2 pali, 2 gol annullati per pochi cm (anche se vorrei rivedere il primo fuorigioco), skriniar da due passi, hakimi liscia davanti alla porta, lukaku solo contro il portiere, il tiro di barella, ancora lukaku che salta il portiere e tira fuori, e non dimentichiamo il gol regalato dal portiere. Può capitare.
    Adesso è fondamentale vincere contro il Verona.

  2. rugherlo says:

    Ho visto la partita, e confermo quanto hai scritto, pur notando che nel 2^ tempo li abbiamo messi ai paletti. Detto questo sono molto fiducioso anche perché l’unica avversaria vera (Atalanta) è staccata.
    Di quanto hai scritto voglio fare un breve commento su:” Cosa aspetta Steven Zhang a venire a Milano e a sciogliere certi nodi? È la prima volta che una squadra rischia di vincere lo scudetto non grazie alla proprietà, ma nonostante la proprietà.”.
    La squadra (allenatore compreso ) è stata costruita grazie a Suning, questo è un fatto.
    Io, felice perché finalmente l’Inter sta per tornare dove le compete, mi rifaccio cmq a ciò che ha detto Conte ieri sera: chiarezza anche per i tifosi.
    Ecco, dopo 8 mesi di assenza, Zhang sarebbe l’ora che venisse e che ci fosse chiarezza.

  3. Simone Scafidi says:

    La sconfitta del Milan ha reso meno amaro il risultato di ieri. Mancano 9 punti (do per fatta la vittoria dell’Atalanta di stasera) per la matematica, teoricamente non dovrebbe essere impossibile ottenere 3 vittorie tra Verona, Crotone, Sampdoria e Udinese. Certo, se domenica non si dovesse vincere contro un Verona alla sbando – e quindi forse alla ricerca di un moto d’orgoglio -, la paura di perdere lo scudetto potrebbe frenarci le gambe. Ieri non abbiamo vinto anche per sfortuna, abbiamo giocato malino ma comunque creato più occasioni rispetto alle vittorie contro Cagliari e Bologna, quindi non faccio drammi. Però è evidente che un pareggio con lo Spezia è ben diverso da quello col Napoli, e quindi lascia scontenti. Non è il caso di allarmarsi, ma io non darei lo scudetto per scontato. Ma è ovvio che non la farà nemmeno Conte.

  4. Giovanni Eresia Cuppini says:

    ragazzi…di che parliamo? 21 tiri a 1, dominio assoluto. il pallone non è entrato, succede. il bello del calcio. se c’è una flessione, legittima, certo non lo si deduce dagli ultimi due pareggi (in cui meritavamo di fare due vittorie). non cambia nulla, testa in campo, concentrati,. non avevamo vinto nulla prima (gufi ed incauti da un mese cianciano di “scudetto già vinto”, ed io mi consumo in gesti apotropaici), non abbiamo perso nulla adesso. testa al verona, stop.

  5. Anche a me alcuni giocatori sembrano in debito d’ossigeno. Barella, Brozovic, Lukaku e altri arrancano. I turni infrasettimanali si fanno sentire. Non ho controllato, ma spero non ce ne siano più, almeno fino alla partita di Torino.
    Per quanto riguarda Handanovic, che quest’anno ha alternato prestazioni buone ad altre nelle quali ha dei punti sulla coscienza, concordo che sia arrivato il tempo di affiancarlo con un portiere più giovane, da valutare avvicendandolo con lo sloveno. 37 anni non sono pochissimi e non bisognerà farsi trovare impreparati.

  6. claudiopaga says:

    Alcuni tipo Lukaku e Barella stan tirando un po’ il fiato, altri sono in crescita come Hakimi che ieri era imprendibile, un giocatore impressionante quando riescono a dargliela sulla corsa. Brozo ieri ha corso moltissimo e anche Lautaro l’ho visto bene.
    Non penso fare previsioni su un blog porti sfiga, trovo l’idea un po’ buffa, io ciancio senza problemi e dico che le prossime tre le vinciamo.

  7. Era fisiologico che dovessimo frenare. Ma rimango ottimista perché nessuna delle altre è capace di fare filotto.
    Abbiamo tre partite abbordabili per fare sei punti e chiudere ogni discorso con largo anticipo.

  8. francesco says:

    ho visto solo gli highlights e mi sembra che abbiamo avuto solo meno fortuna di altre volte. Handanovic è all’ennesimo errore, per fortuna la difesa è solida

  9. Paolo Sproviero says:

    Direi che la sostituzione di Agnelli con Al-Kelaifi all’Eca comincia da subito a rendere finalmente giustizia al calcio del popolo e delle regole e l’avidità è definitivamente debellata all’Uefa con l’autoaumento dello stipendio di Ceferin. Messe a posto le magnifiche sorti e progressive delle istituzioni del calcio, ci possiamo dedicare ad una squadra che non le potrà vincere tutte, ma che mantiene per ora la rotta consentita da un allenatore che ricade in alcune sue idiosincrasie, messo lì come la rosa e la dirigenza che ha senz’altro ereditato gran parte dei debiti fatti da altri che molto ancora amiamo, ma che hanno dovuto mollare la patata bollente dopo averci fatto tanto gioire come irrazionali tifosi quali siamo.

  10. antonior66 says:

    Io resto dell’idea che se avessimo perso a Napoli forse …

  11. Non ricordo nella storia del calcio una cosa così: nonostante la proprietà che ha davvero fatto di tutto e di più (non ultima questa cazzata della Super League sciolta in 48 ore) per danneggiare sempre e in ogni modo la squadra. Dobbiamo solo ringraziare Conte e questi giocatori.

    • wwayne says:

      Soprattutto Conte, che fatto in modo che i giocatori non sbracassero dopo aver saputo che la società era in un mare di debiti.

    • Gert 58 says:

      Conte e i giocatori messi lì dall’attuale e incapace proprietà che ha debiti come la quasi totalità delle società di calcio…vabbè tanto è inutile il tafazzismo regna

  12. rugherlo says:

    Cmq Rudi, per quest’anno, bando alla scaramanzia, arriveremo a meta.
    Il problema di porra’ dalla prox stagione vista la latitanza e mancanza di chiarezza di Suning.
    Avremo modo di riparlarne.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.