Forza Milan! Anche Zhang tifa per te…

Ogni giorno che passa senza che il giovane Zhang senta il dovere di stabilirsi a Milano, aggrava il mio giudizio negativo sulla proprietà cinese.

La squadra è stanca, ma non ho dubbi sulla sua tenuta. Del resto, avete visto che risultati hanno fatto Sassuolo, Cagliari e Napoli? Ah, quanto mi piace Raspadori… Non mi sorprendono i 10 punti sul Milan, trovo stupefacenti i vantaggi accumulati su Juve e Napoli, due squadre che con Conte in panchina avrebbero dominato il campionato.

Mai proprietà è stata più assente e/o dannosa nella conquista di uno scudetto. Ma a quel risultato, la squadra e Conte arriveranno comunque. È la programmazione a breve e medio termine che può rivelarsi rovinosa. Non giurerei su Conte ancora sulla panchina dell’Inter, né su Marotta AD (tornasse alla Juve, riaprirebbe una striscia di altri 9 scudetti), lo stadio resta un’entità futuribile, il main sponsor è ancora un punto interrogativo… Di certezze – a parte il nuovo logo e la nuova quarta maglia – ne vedo pochissime, il miracolo sportivo 2020-21 rischia di apparirci irripetibile già in autunno, se non verranno prese decisioni rapide e incisive.

Certo, stiamo meglio del Milan.

Ormai è chiaro che resta Ibrahimovic e se ne andrà Donnarumma: un doppio capolavoro da inserire negli annali della cattiva amministrazione. Immagino se ne andrà anche Calhanoglu, e dubito che gli inglesi faranno sconti su Tomori.

Se fallirà l’aggancio alla Champions, la stagione del Milan – di Pioli, di Ibra, eccetera – dovrà essere rivista con altri occhiali.

Campione d’inverno, grazie a un gol di Theo al 95esimo e alla più stravagante serie statistica sui calci di rigore, imbattuto nel 2020 con 79 punti nell’anno solare (6 più dell’Inter, 14 più della Juve), quel Milan faceva finta di non pensare allo scudetto, ma ci pensava, eccome.

Poi, si è palesata un’altra realtà: dalla serata della Spezia, molti hanno aperto gli occhi sull’unico obiettivo realistico, la corsa al terzo o al quarto posto.

Senza dimenticare la doppia eliminazione nelle Coppe (contro Inter e United, preliminari di Superlega), il girone di ritorno del Milan ha un’andatura da sesto posto: in 13 partite, 7 vittorie e 2 pareggi.

Nelle 13 partite giocate, nonostante il prode Donnarumma, il Milan ha incassato gol in 11 occasioni. Nelle ultime sei giornate, dovrà giocarsi tutto con tre scontri diretti (Lazio, Juventus, Atalanta), e la partita di Bergamo, domenica 23 maggio, potrebbe valere 40-50 milioni di euro. I rossoneri sono ancora secondi, ma anche il resto del calendario è inquietante, prevedendo scontri con squadre non proprio demotivate (Benevento, Cagliari e Torino).

Chi è stato Campione d’Inverno due volte su tre ha vinto lo scudetto e comunque si è sempre qualificato per la Zona Champions. Steven Zhang tifa Milan, perché un Milan che torni a frequentare l’Europa League renderà il progetto dello stadio ancora più evanescente.

12 Responses to Forza Milan! Anche Zhang tifa per te…

  1. Nicola Moretto says:

    Analisi di una lucidità, come al solito, impressionante. Lo Scudetto sarà la nostra fortuna (fossimo arrivati quinti avremmo fatto la fine dello Jiangsu…) ma contemporaneamente la nostra condanna (gli Zhang non ci molleranno se non per un miliardino cash). Tutto molto interista…

  2. rubensosa80b rubensosa80 says:

    Mi ha colpito molto questa tua frase:

    Juve e Napoli, due squadre che con Conte in panchina avrebbero dominato il campionato.

    E’ bravo Conte o sono scarsi Gattuso e Pirlo?

    PS. Si sta avverando la mia profezia…..milan e juve si giocheranno il 4 e 5 posto con Napoli e Atalanta che hanno un calendario in discesa.
    Trovo assurdo il rinnovo di ibra a quelle cifre e lo stesso dicasi per donnaruma. La juve è prigioniera di cr7, sono curioso di sapere come si separanno senza champions….solita rescissione con metà stipendio pagato?

    • Rudi says:

      Conte è bravissimo. Per l’Italia, non per l’Europa. Gattuso è bravo ma ha un presidente invadente. Pirlo diventerà bravo, ma gestire CR7 non è riuscito nemmeno a Allegri e Sarri.

  3. Gert 58 says:

    Comunque non so se qualcuno ha notato che più lo scudetto si avvicina e più aumentano articoli e articoletti sulle presunte insuperabili difficoltà finanziarie dell’inter…strano no?

  4. piero72 says:

    Impossibile tifare milan. Impossibile.

    • Jorge Mungand says:

      Ci riesco solo quando l’alternativa è la j**e, due volte all’anno di solito.
      Va detto che quest’anno a furia di sentire chiacchiere dai tifosi rossoneri sono quasi arrivato ad auspicare un crollo milanista financo in favore dei savoiardi.

  5. Paolo Sproviero says:

    Dobbiamo dunque pensare che Conte, Marotta e rosa si trovino lì per volontà divina? Dopo quattro anni, partendo non propriamente da una situazione florida, ricordo i Kuzmanovic, i Mazzarri e chi più ne ha più ne metta, ci giochiamo qualcosa: sul lungo periodo poco sappiamo, in effetti. Qualcuno diceva d’altra parte, Keynes mi pare, che nel lungo periodo saremo tutti morti. Penitenziagite.

  6. chologol says:

    Calendari alla mano, il risultato di giovedì sera non mi fa cambiare idea sulla convinzione che quest’anno si vince arrivando davanti all’Atalanta. Il Napoli ha buttato troppi punti in modo sciagurato (meglio così anche per noi), sennò avremmo probabilmente visto una lotta juve-milan per il quarto posto.

  7. simonejacca says:

    Su Gigio che rimane sono pronto a metterci una pizza…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.