Quando ti sei convinto che avremmo vinto lo scudetto?

Ho scelto 5 momenti fatali (il mio è il gol di Adolfo Gaich all’Allianz, lo scorso 21 marzo).

Vi invito a votare qui a fianco e ad aggiungere un breve commento qui sotto.

Sono bene accetti anche quelli che diranno che manca ancora un punto, e quelli che l’avevano sempre saputo, appena viste le magliette a zigzag.

44 Responses to Quando ti sei convinto che avremmo vinto lo scudetto?

  1. Tra le scelte possibili, ho votato dopo Inter – Atalanta, perché ho avuto l’impressione che fosse l’annata giusta.
    Fosse stata inclusa, avrei scelto l’opzione che manca ancora un punto.

  2. Simone Scafidi says:

    Premettendo che dopo Inter Parma 2-2 ero convinto che non avremmo vinto nulla, una certa sicurezza di arrivare allo scudetto è nata dopo la vittoria con i bergamaschi. Ammetto comunque che ho avuto timore, ancora fino alla partita col Verona, che avremmo potuto perderlo. Perché anni di insuccessi ti rendono insicuro, c’è poco da fare…

  3. Interator says:

    Dopo la vittoria col Verona. Sembra assurdo, lo so.

  4. brex67 says:

    Anche io dopo Inter Atalanta ma pensavo di dover andare allAllianz a difenderlo a muso duro. Il gol di Gaich mi ha fatto capire che lo avremmo vinto molto prima….

    • Dopo lo 0-0 che ci ha buttato fuori dalle coppe mi sono convinto che fossimo obbligati a vincerlo per non fallire miseramente la stagione. Anche per evidenti limiti altrui emersi da subito.
      Mai avrei creduto di avercelo in tasca con sette-otto giornate di anticipo, di aspettare la matematica con quasi quindici punti di margine a un mese dalla fine del campionato, di rimanere imbattuti per un girone intero.

      La convinzione l’ho avuta con l’Atalanta.

  5. pgkappa says:

    Inter Juve. Ho avuto le stesse sensazioni del 2005 al gol di veron in supercoppa a Torino. L’inerzia negativa stava finendo.Ci sono voluti due gobbi come Mancini e Conte per cambiare il corso della storia nerazzurra troppo presa dalla cupio dissolvi(il miracolato Severgnini tra i peggiori)

  6. Fabrizio Monti says:

    Buongiorno;
    dopo Inter Juventus, partita sempre in controlla è vinta senza troppi affanni.

  7. Jorge Mungand says:

    Ho scelto l’opzione Inter – Atalanta, ma la verità è che non ho avuto nessuna epifania improvvisa.
    A un certo punto ho guardato la classifica, avevamo più di 10 punti sulla seconda, nemmeno mi ricordo dopo quale partita e ho pensato: “Non credo finché non vedo, ma quest’anno non ci prendono più”.

  8. Ga ber says:

    Scelta difficile, gli scontri diretti sono stati fondamentali, ma ho scelto Juve-Benevento perché la domanda non è “Quando ti sei accorto che avremmo potuto…”. Non perdere punti senza scendere in campo è stato decisivo. Da lì credo di non aver più avuto tensione per le partite giocate (forse solo minimamente per Bologna-Inter perché non scendevamo in campo da tre settimane), anche quando il risultato non si sbloccava, sapevo che avremmo potuto permetterci dei pareggi.

  9. antonior66 says:

    La certezza dopo Inter Atalanta (il mio voto), una ragionevole sensazione positiva (diciamo alto grado di fiducia) dopo Milan Inter 0-3.

  10. luigi says:

    Manca un punto, non abbiamo ancora vinto niente e nel sondaggio manca la famosa “lettera C” con cui Sabina Guzzanti, nelle vesti di Moana Pozzi, concludeva le tre opzioni a disposizione per la risposta di Pierfrancesco Loche…

  11. Sigfrido Millequadri says:

    A parte la scaramanzia e l’opzione “manca ancora un punto” che avrei probabilmente scelto, dopo Inter Juve 2 – 0 ho ragionevolmente pensato che potesse essere l’anno buono.
    Questo non mi ha impedito di vivere in apnea tutte le partite successive comprese le ultime cinque dove abbiamo collezionato diversi pali e gol giustamente annullati, a fronte di un numero forse inferiore di tiri in porta delle avversarie. Il trauma del 5 maggio ancora non l’ho superato evidentemente.

  12. Danilo Santoni says:

    Io, come ti ho scritto anche su Twitter, dopo il gol di Skriniar all’ Atalanta, ho avuti la quasi certezza.
    Però ad inizio stagione, dopo aver visto le maglie a zig-zag e sentito tanti commenti sprezzanti e ironici al riguardo, ho sognato che quella maglia diventasse iconica…
    Ce la ricorderemo per molto tempo, come quella bianca rosso-crociata del Centenario.

  13. Maurizio59 says:

    Inter-Napoli 1-0 dell’andata. C’era andata bene, ho pensato che qualcosa forse era cambiato.

  14. Maurizio59 says:

    Inter-Napoli 1-0 dell’andata. C’era andata bene, ho pensato che qualcosa forse era cambiato.
    Non essendo tra le opzioni ho optato per Inter-Atalanta, abbastanza simile nell’andamento.

  15. Non voto, non so di che parli. Ma zig-zag o parallele saranno comunque nerazzurre, è già qualcosa

  16. marcodenti says:

    Dopo Inter Atalanta. Li si è avuta la conferma di essere una fortezza inespugnabile, una solidità difficilmente scalfibile dalle squadre della serie A.

  17. rugherlo says:

    Dopo Inter Juventus quando il nostro centrocampo ha spaccato la partita, e li ha massacrati.
    Ps: Vidal deludente, ma il suo gol e prestazione contro la Juve sono stati importantissimi.
    Grandissimo scudetto per vari motivi, e avremo modo di parlarne

  18. Massimo Marcotullio says:

    Dopo il derby di ritorno ho iniziato a crederci. Quando avremo fatto l’ultimo punto ne sarò sicuro.

  19. antonior66 says:

    Io sono convinto che se Rudi avesse messo l’opzione
    Manca ancora un punto, sarebbe stata tra le più votate, mostrando il disagio mentale (si fa per dire, non voglio offendere nessuno) di tanti interisti. Però dai, un punto in quattro partite, ammesso che l’Atalanta vinca a Reggio Emilia, lo farebbe perfino il Crotone…

  20. La vittoria del Benevento la più inattesa e sorprendente. Più dello Spezia.

  21. antoniodaroma says:

    Juventus – Benevento 0-1

  22. metalupo says:

    Adessoooooooooooo

  23. Bruno Sala says:

    Ho letto bene la domanda del sondaggio, convinto lo sono stato da subito, a ottobre, credo, avevo risposto alle tante critiche per i gol presi che avremmo vinto con due giornate di anticipo salvo grandi problemi col covid. Sono contento di avere ecceduto col pessimismo 😁

  24. Gert 58 says:

    Non sono mai stato certo dello scudetto fino a poco fa, ma la sensazione di essere troppo più forti di tutte le altre e soprattutto maturi per vincerlo l’ho avuto dopo Inter-rube 2-0….dajeeeee beneamata dajeeeeee!!!!!

  25. rugherlo says:

    Campioni !!!!!!!!!! E vai!!!!! Godoooo

  26. Francesca70 says:

    Un grandissimo abbraccio a tutti sotto il firmamento nerazzurro!

  27. luigi says:

    Adesso posso rispondere: ieri, dopo la vittoria a Crotone!
    Forza Inter, fratelli e sorelle nerazzurri, e grazie a Rudi che ci permette di gioire insieme in questo tempo di forzate solitudini!

  28. Roberto Di Giuseppe says:

    Ho capito che avremmo vinto lo scudetto quando ho visto che non eravamo più in settlement agreement, che il fatturato era aumentato fino ad avvicinare quello della Juventus, che avevamo ingaggiato alcuni top manager del calcio e che in campo non avremmo mandato più Taider, Belfodil, Rocchi e Schelotto, ma Lukaku, Barella e Hakimi. GRAZIE SUNING, GRAZIE STEVEN, l’unico presidente dell’Inter che ho visto piangere allo stadio.

  29. chologol says:

    Razionalmente, ritenevo l’Atalanta la squadra più fastidiosa per noi già da molte settimane, però la paura delle porcherie di quelli di Torino cova sempre dentro quindi ho votato per la loro sconfitta col Benevento. Ma davvero quest’anno la loro società ha fatto tanta acqua, dalla vergogna del caso Suarez alla dilettantesca nomina di Pirlo come allenatore, dal caso del rinvio della partita col Napoli al fragoroso naufragio della Super League.
    Credo che la sconfitta nella finale di Europa League abbia aiutato moltissimo il nostro gruppo a raggiungere una maturità e una determinazione nei momenti di difficoltà insperate solo 18 mesi fa. Sono davvero felice per giocatori come Barella, Lukaku, Bastoni e anche Eriksen. L’hanno meritato.
    Campioni d’Italia, finalmente !!!

  30. rubensosa80b rubensosa80 says:

    Inter-Torino 4-2 e sopratutto il derby di coppa Italia vinto allo scadere.

  31. denny says:

    Io non mi sono ancora convinto! :D è stato un “percorso”, per citare il nostro allenatore, mi riconosco nel commento di Jorge Mungand, a un certo punto eravamo primi e poi il distacco era troppo grande… però dico che si era capito dall’inizio che eravamo forti, anche in champions l’unica partita giocata davvero male è stata in casa col real madrid (dove comunque sullo 0-1 c’era un rigore clamoroso per noi) niente, non riesco a godermi le vittorie, del resto è una cosa molto interista

  32. P37 says:

    ho avuto la certezza dello scudetto con l’infortunio di Vidal che ci ha consegnato il maestro danese a tempo pieno in campo.

  33. A. says:

    Finalmente!!! 😊😊 Un altra squadra che vince lo scudetto 🤣

  34. Mario Rullo says:

    Il secondo gol del derby mi ha esaltato e ricordato l’azione che 11 anni fa ha mandato in rete Thiago Motta, sempre contro il Milan.
    Lì ho capito dove saremmo arrivati.
    Ora ci attende la seconda stella, prepariamo con intelligenza il futuro.

  35. piero72 says:

    Inter Atalanta: assolutamente

  36. rugherlo says:

    Marotta: “Il sogno è che l’anno prossimo potrebbe coincidere con qualcosa di bellissimo sarebbe vincere lo scudetto e la seconda stella. Sarebbe straordinario per tutti.”
    Forza Inter!!!

  37. Giovanni Eresia Cuppini says:

    Non ho indicato nessuna delle possibili opzioni. io sono scaramantico e, in aggiunta, ho praticato 3 sport a livello agonistico (basso, ma pur sempre agonistico): basket, calcio e volley. ed in ognuno ho avuto la gioia di vincere campionati. dunque, e sono serissimo, me ne sono convinto ieri, al fischio finale di sassuolo. nello sport, qualsiasi, niente è facile. specialmente nel calcio, dove le variabili sono infinite (e noi interisti lo sappiamo bene). dunque, si: ieri. e sono ancora talmente devastato da mesi di tensioni (l’inter mi ha trasformato in un neuro leso, durante le partite organizzo un blackout assoluto, non guardo e non ascolto nulla, stacco il telefono) che non ho ancora realizzato. chissà quando accadrà. di una cosa vado molto fiero: da quando è arrivato conte litigo e lo difendo (anche in questa prestigiosa sede) da mille accuse di gobbismo ed incapacità. ancora una volta, come accaduto col trap (NON con il delinquente di lippi), viene verificata l’equazione che l’Inter ha bisogno di un certo tipo di allenatori. l’ambiente, i nostri tifosi sono generalmente mobili qual piume al vento. una vittoria e sei al top, una sconfitta e sei sterco. io ho cercato di affrancarmi da questo nel corso degli anni. soffro come un cane, ma vivo sconfitta e vittoria in maniera più neutra. e quest’anno ho ripetuto milioni di volte 8anche qui, potete controllare) che i conti si sarebbero dovuti fare alla fine. adesso ci siamo. spero davvero che si riesca ad avere una continuità societaria, i tanto perculati cinesi in 4 anni ci hanno portato in cima. marotta e conte saranno gobbi, ma chi se ne fotte. sono capaci e grandi professionisti. fondamentale che rimangano, mantenendo per gran parte l’ossatura della squadra. qualcuno si dovrà vendere, temo. ma anche le altre squadre non navigano nell’oro. speriamo. per oggi, a tutti voi, auguro una splendida giornata in ufficio, fabbrica, scuola, ovunque insomma. il vostro (nostro) sorriso dirà tutto!
    Forza Inter!

  38. Luigi Baragiola says:

    Anch’io dopo l’Atalanta e Onore ai conterranei di mia Nonna Elisa (Cividate al Piano).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.