#Inter19. Tu dimmi quando, quando…

L’8 marzo, il minuto 54, Skriniar segna all’Atalanta: per la maggioranza di voi è stato quello il momento fatale, quando si è raggiunta la convinzione che ce l’avremmo fatta.

A seguire, il 21 febbraio, il derby stravinto 0-3, l’apoteosi di Lukaku e di Handanovic (quelle tre parate concentrate in un minuto).

Poi il 21 marzo, l’incredibile che si avvera: Pippo Inzaghi e Adolfo Gaich espugnano l’Allianz (per qualche milanese, identici auspici sono venuti dalla vittoria dello Spezia sui “campioni d’Inverno”).

Era il 17 gennaio quando Vidal e Barella sistemavano la Juve a San Siro, con i bianconeri al primo tiro in porta dopo 85 minuti.

Era il 28 novembre quando i più ottimisti – e ce ne voleva, di ottimismo, dopo lo 0-2 con il Real – videro nello 0-3 a Sassuolo il segno della svolta…

Lascerò aperto il sondaggio, non fosse altro per consentire l’esercizio del voto a chi alla domenica non accende il pc. Mi ha sorpreso Antonio Conte che ha indicato un altro momento cruciale, il gol di D’Ambrosio a Cagliari, a dieci dalla fine. In effetti, a un quarto d’ora dalla fine l’Inter stava sotto 1-0, e veniva dall’eliminazione con lo Shakhtar; poi vennero i gol di Barella, D’Ambrosio e Lukaku.

Una settimana dopo, ecco la vittoria più fortunosa (qualcuno l’ha indicata), l’1-0 al Napoli, a rendere evidente che il vento stava cambiando.

Resi insicuri dalla “pazza Inter”, alcuni commentatori avrebbero preferito votare per partite più vicine alla meta: Inter-Torino 4-2, Bologna-Inter dopo la sosta, Inter-Verona o addirittura Crotone-Inter. Qualcuno ha indicato nel derby di Coppa Italia – con la lite innescata da Ibra, la reazione di Lukaku e lo “sblocco” di Eriksen – il classico segno del destino.

Da un commento che ricorda come non riuscimmo a ripeterci dopo il Triplete, riprendo l’auspicio più condivisibile: “Ora ci attende la seconda stella, prepariamo con intelligenza il futuro”.

13 Responses to #Inter19. Tu dimmi quando, quando…

  1. Luigi Baragiola says:

    W l’Inter Rudi , Viva Noi!!!!!
    Abbracci e a presto.

  2. Luigi Baragiola says:

    Io metterei in risalto un’altra rete di Skriniar , a Verona.
    Era importantissimo reagire istantaneamente ad un “infortunio” di un Compagno!
    Fu un segnale ed un marchio di Fabbrica dell’ Inter 20/21.

  3. metalupo says:

    Programmare, migliorarsi, investire, fare utili.
    Pare semplice no? Invece questi semplici must aziendali troppo spesso non si applicano al calcio.
    Sperèm.
    Ok la smetto di fare il trombone, oggi e per un bel pezzo siamo campioni.

    Noi siamo Giacinto Facchetti.
    Siamo noi.

  4. chologol says:

    Rudi !!!! Vado a comprare le cozze ?

  5. francesco says:

    Conte e i suoi ragazzi, come le discoteche in Sardegna ad agosto, saranno responsabili di almeno 18000 morti…:-)

    beh, scudetto strano (quello come si fa a negarlo?), ma sempre scudetto……

  6. Interator says:

    Ringrazio Rudi e tutti voi per aver condiviso questi anni di difficoltà.
    Non voglio dilungarmi, mi limito ad un elenco per far capire che in confronto ha noi quella di Ulisse è stata una passeggiata di salute.

    Luc Castaignos, Jonathan, Viviano, Forlan, Zarate, Palombo, Livaja, Matias Silvestre, Mudingayi, Gargano, Pereira, Rocchi, Schelotto, Kuzmanovic, Belfodil, Campagnaro, Wallace, Taider, Rolando, Ruben Botta, Vidic, Dodo, M’Vila, Podolski, Shaqiri, Felipe, Kondogbia, Montoya, Jovetic, Telles, Ljajic, Erkin, Joao Mario, Gabriel Barbosa, Trent Sainsbury, Lisandro Lopez, Sime Vrsaljko, Keita Balde, Cedric Soares, Valentino Lazaro.

  7. Jorge Mungand says:

    Scudetto sensazionale, frutto di un percorso difficile affrontato con feroce determinazione e straordinaria concentrazione.
    In un momento difficile sotto tutti i punti di vista la squadra ha saputo fare blocco e gettare il cuore oltre l’ostacolo, lasciando poche briciole agli avversari.
    Avversari che, a differenza di quanto asseriscono i “professionisti dell’informazione”, ci sono stati eccome. Semplicemente l’Inter ha concluso senza rivali perché le ha schiantate tutte.

  8. Simone Scafidi says:

    Ti ringrazio, Rudi, perché in questi anni il tuo blog – e le persone che ci scrivono – mi hanno fatto sentire calcisticamente meno solo, potendo leggere sempre dei commenti lucidi quanto pieni di passione sulla nostra squadra.
    Io sono nato nel 1978, diciamo che tifo Inter consapevolmente da quando avevo 8-9 anni, quindi posso dire che 9 stagioni senza vincere nulla, iniziate dopo la Coppa Italia del 2011, non le avevo mai vissute. Sono state peggiori del buco nero di scudetti dal 1989 al quello a tavolino del 2006, perché almeno lì in mezzo sono arrivati altri trofei, tra cui tre Coppe Uefa. Questi invece sono stati anni, tra cambi di proprietà e acquisti disastrosi, in cui non si vedeva la luce della speranza.
    Quest’anno abbiamo vinto un campionato difficile, magari di qualità non altissima, ma in cui non ci si poteva distrarre un attimo. Avevamo la squadra titolare più forte, ma una delle panchine più deboli. Davvero è stato un successo emozionante. E sono stato felice di vederlo nascere e poi arrivare leggendo sempre, ogni giorno, questo blog.

  9. Paolo Sproviero says:

    Ce lo siamo meritato. Forza Inter!

  10. Mario Rullo says:

    …e se la gioia di oggi non era abbastanza, eccomi citato dal grande Rudi!
    “Ora ci attende la seconda stella, prepariamo con intelligenza il futuro” era ovviamente riferito al Post-Triplete.
    Quante volte abbiamo in questi anni ripensato alle occasioni perse dopo quella sbornia fantastica? Perché è mancata la lucidità di salutare chi era a fine corsa e rigenerare quel gruppo fantastico?
    Spero ora parta una nuova fase che getti le basi per qualcosa di importante.

  11. antonior66 says:

    OT
    Chi accidenti è Claudio Caprara?
    Hai fatto benissimo a scrivere
    Vergognati.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.