L’intelligenza erotica, Esther Perel, Ponte alle Grazie, 2006 (2, fine)

“Fino a tempi recenti, le fantasie sessuali hanno avuto una cattiva fama” (il cristianesimo e il senso del peccato, la psicanalisi che interpreta le fantasie come sintomi di nevrosi o immaturità). C’è riluttanza a rivelarle, persino alla persona amata: aprendoci agli altri, “ci esponiamo al rischio della derisione e del giudizio”. In realtà, la fantasia sessuale esprime una potente verità su noi stessi, dando forma alle attività mentali che mettono in moto il desiderio.

L’immaginazione erotica è spesso indicibile, nutrendosi di pulsioni che consideriamo sconvenienti, indecorose, indegne: dalla bramosia alla lascivia, dall’egoismo all’aggressività, fino all’umiliazione e alla pornografia… Tuttavia, alcune coppie sanno trarre carica erotica dalla condivisione, verbale e fattuale, delle rispettive fantasie. Recitando ruoli, creano “molteplicità nella monogamia”.

“Nel momento in cui si forma una coppia, si comincia a trattare sui limiti: cosa stia dentro e cosa stia fuori”, cosa si è liberi di fare da soli, cosa è necessario condividere. Su tanti aspetti la trattativa può avere esiti mutevoli, solo su un punto – la fedeltà sessuale – non sono ammesse deroghe. Il senso comune è molto tollerante verso il divorzio – nonostante sia un collasso totale del legame matrimoniale, con effetti dolorosi sull’intera famiglia – mentre non c’è alcuna tolleranza verso l’infedeltà sessuale: “preferiamo distruggere una relazione che mettere in discussione la sua struttura”.

Malgrado cresca la percentuale di divorzi, si viene illusi che là fuori ci sia la “persona giusta”, con la quale tutto è possibile, se solo riuscissimo a trovarla. Si dimentica la fondamentale intuizione di Erich Fromm: “Crediamo che sia facile amare, ma difficile trovare la persona giusta”.

“La gente tradisce per molti motivi: un amore guasto, vendetta, desideri insoddisfatti, o puro e semplice desiderio. A volte cerca intensità, o la ribellione contro i limiti del matrimonio. La trasgressione è un afrodisiaco, e a volte i segreti sono luoghi di autonomia, un antidoto contro la mancanza di privacy”. Fra gli amanti si produce una gelosia che dipende dall’esistenza del coniuge; senza di lui, tutta la passione si sgonfia, sono rarissime le relazione extraconiugali che sopravvivono al crollo del matrimonio che le aveva ispirate.

La società consumistica ci spinge a credere che la gratificazione sessuale e la felicità personale siano a portata di mano e che alla festa tutti abbiano il diritto di partecipare. La tentazione esiste da quando Eva morse la mela, ciò che è diverso ai giorni nostri non sono i desideri in sé, ma il fatto che ci sentiamo obbligati a soddisfarli.

Il rifiuto sessuale da parte della persona amata è molto doloroso: perciò, nella coppia, si è inclini a riprodurre un repertorio sessuale già sperimentato, limitando le fantasie, gli imprevisti e le novità in ambito erotico, nel timore che la persona amata ci respinga. Fuori dalla coppia, fra amanti, quando la posta emotiva è più bassa, può manifestarsi molta più disinvoltura.

In una relazione stabile, il sesso perde ogni spontaneità e diventa pura intenzionalità. Ma anche nel sesso dei primi tempi, la presunta spontaneità (fatta di ore o giorni di preparazione: quale abito, quale musica, quali parole…), occultava intenzione e pianificazione. La premeditazione crea aspettativa, definisce nuovi rituali, coltiva l’eccitazione, riapre lo spazio al gioco e al divertimento: “pianificare il sesso aiuta a generarlo”. L’erotismo domestico può essere continuamente rinnovato, conclude Eshter Perel, solo se entrambi i componenti della coppia ne condividono la necessità e sono disponibili a farlo. (2, fine)

Le immagini dei due post sono tratte da Belle de jour, Luis Bunuel, 1967

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.