A come Andromeda (2): attualità e profezia

Notizia vera del giugno 2021 – Si stanno studiando certi “lampi radio veloci” (la traduzione può essere questa): si tratta di misteriosi e velocissimi squarci luminosi, rilevati nello spazio grazie a un telescopio canadese e al lavoro di un gruppo internazionale di ricercatori.

Le origini di questi “lampi”, della lunghezza misurabile in millisecondi, sono ancora sconosciute. Gli scienziati li hanno osservati per la prima volta nel 2007; la maggior parte dei radiotelescopi, in un dato momento, vede solo una piccola porzione di cielo, il che significa che la stragrande maggioranza di questi lampi non viene avvistata.

Ma già nel 2018, durante il suo primo anno di funzionamento, il telescopio CHIME, situato presso il Dominion Radio Astrophysical Observatory nella British Columbia (Canada) ha iniziato a ricevere segnali radio. Il radiotelescopio stazionario ha rilevato 535 nuovi lampi radio veloci tra il 2018 e il 2019: ciò ha permesso agli scienziati di creare il catalogo CHIME dei lampi radio veloci. Mentre la maggior parte dei segnali si è verificata solo una volta, 61 di loro stavano ripetendo “lampi radio veloci” da 18 sorgenti. Le raffiche ripetute appaiono in modo diverso: ogni lampo dura un po’ più a lungo delle raffiche singole.

Fiction del 1972 – Presso l’osservatorio di Bouldershaw Fell (località di fantasia nello Yorkshire), sta per essere inaugurato il più potente radiotelescopio del mondo, la cui attivazione ha attirato l’interesse dei servizi segreti inglesi e statunitensi, e della Intel, una specie di Spectre, una centrale internazionale del crimine, che intende impossessarsi delle informazioni così raccolte. Le funzioni del radiotelescopio vengono descritte dal professor Ernest Reinhart (Tino Carraro), direttore dell’osservatorio, alla nuova addetta stampa Judy Adamson (Paola Pitagora), che in realtà è un’agente del controspionaggio, incaricata dal generale Watling (Franco Volpi) di indagare su una fuga di notizie che sembra provenire dall’interno dell’osservatorio.

La sera prima dell’inaugurazione, l’équipe scientifica guidata dal fisico John Fleming (Luigi Vannucchi) e dall’ingegner Dennis Bridger (Mario Piave), riceve un segnale proveniente dalla nebulosa di Andromeda, che dista dalla Terra due milioni di anni-luce. Quel segnale viene presto interpretato, segue un codice binario, non può che essere frutto di un’intelligenza extraterrestre. Di nascosto, Bridger si reca in una sala corse per trasmettere un messaggio, ma viene pedinato da Harries, un tecnico dell’osservatorio, che a sua volta lavora per il controspionaggio.

Il messaggio da Andromeda si divide in due parti: la prima contiene una serie di istruzioni per costruire un supercalcolatore, in grado di lavorare ad altissima velocità, elaborando elevatissime quantità di dati; la seconda consiste in un programma informatico che dovrà esservi immesso.

Pur essendo considerato un genio, Fleming non è amato dalle autorità britanniche per via del suo carattere ribelle, insofferente alle regole. L’intera équipe scientifica viene trasferita nell’estremo nord della Scozia, alla base missilistica di Thorness, dove si trova il calcolatore più potente, per lavorare allo sviluppo del progetto veicolato dal messaggio di Andromeda. Harries ha le prove del tradimento di Bridger, ma prima che possa portare le fotografie a Londra, viene sequestrato e ucciso.

Fantascienza più spionaggio: e al pubblico televisivo non si poteva far mancare una storia d’amore, quella fra John Fleming e Judy Adamson (l’avvenenza della Pitagora veniva valorizzata dagli hot pants). A come Andromeda già allude a un tema che diverrà cruciale negli anni successivi: quello delle teorie del complotto, delle iniziative segrete finanziate dai governi, a scopi bellici e di controllo sociale.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.