Il peso specifico della 4×100 stile libero. #Tokyo2020

Di planetario, ci sono il calcio e il basket, la pallavolo e l’atletica leggera, praticati ovunque, e poi c’è il nuoto, che all’ovunque si sta avvicinando, se si pensa al tunisino trionfatore dei 400 sl e alla provenienza di tanti finalisti a Tokyo2020.

L’aggettivo “storico” si usa con troppa disinvoltura, ma l’argento della 4×100 stile libero se lo merita, eccome: semplicemente, è accaduto quello che non era mai accaduto.

Com’è noto, fino a Novella Calligaris (Monaco 1972) il medagliere azzurro era desolante. Ma dovettero passare altri sedici anni per vedere Battistelli a Seul, poi ancora Battistelli e Sacchi a Barcellona e Merisi ad Atlanta. L’esplosione avvenne a Sydney con sei medaglie, fra cui gli Ori di Fioravanti (100 e 200 rana) e Rosolino (200 sl). Fra Atene, Pechino, Londra e Rio, gli Ori della Pellegrini e di Paltrinieri, tre argenti e quattro bronzi (anche grazie alle nuotate in mare aperto).

Lo stile libero è ovviamente la tecnica più diffusa, vincere nella staffetta veloce significa battere paesi con una tradizione che l’Italia si sogna, dall’Australia alla Russia, dalla Gran Bretagna alla Francia, alle potenze asiatiche. E batterli non con il singolo “fenomeno” nato lì per caso, ma con la somma delle prestazioni di Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri Manuel Frigo.

Con l’impresa di Nicolò Martinenghi, inoltre, è arrivata la 24esima medaglia olimpica: Tokyo 2020 ha tutta l’aria di diventare la seconda migliore Olimpiade nella storia d’Italia che si scrive nelle vasche

6 Responses to Il peso specifico della 4×100 stile libero. #Tokyo2020

  1. francesco says:

    peccato per la Pilato

  2. antonior66 says:

    Aggiungiamo che Callegaris dovette battersi con il doping di stato della DDR.

    • antonior66 says:

      Calligaris, ovviamente.
      Comunque concordo con Rudi, i nuotatori hanno fatto un’impresa, però non si può non citare la 4×200 sl e Giovanni Lamberti.

  3. metalupo says:

    Da ex nuotatore di buon livello vi confermo la fatica orrenda per arrivare a questi risultati.
    Sempre soli con sé stessi, avanti e indietro una piastrella dopo l’altra.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.