Coppa Davis: un Ventunesimo secolo antitetico al Ventesimo

Con le facili e prevedibili vittorie di Medvedev e Rublev, la Russia ha sconfitto la Croazia e conquistato per la terza volta la Coppa Davis.

In queste tabelle ho sintetizzato le nazioni che nel XXI secolo hanno vinto la Davis o sono arrivate in finale. Non credo vi sia un altro sport in cui le gerarchie siano state altrettanto sovvertite.

Non so come esprimere l’enormità di quanto è accaduto: è come se in Brasile non sapessero più giocare a calcio, in Nuova Zelanda non avessero più interesse per il rugby, in Norvegia non trovassero più nessuno interessato a scivolare sugli sci di fondo…

Nelle 21 edizioni più recenti, prevale la Spagna con 6 vittorie, seguono Russia 3, Repubblica Ceca, Croazia e Francia 2, Argentina, Serbia, Svizzera, GB, USA e Australia 1.

Delle 108 edizioni complessive, invece, USA e Australia ne hanno conquistate 60. Sommando vittorie e sconfitte in finale, USA e Australia arrivano proprio a 108… Ma negli ultimi tredici anni nessuna delle due ha raggiunto la finale.

Gli statunitensi hanno vinto per l’ultima volta nel 2007 (Andy Roddick, Blake e i fratelli Bryan), e prima bisogna risalire al 1995, mentre gli Aussie hanno sollevato l’Insalatiera nel 2003 (Hewitt, Philippousis, Arthurs e Woodbridge) e, prima, nel 1999 e 1986.

Dopo un percorso che ha incrociato Ecuador, Spagna, Svezia e Germania, Medvedev e Rublev riceveranno grandi onori a Mosca, avendo rinnovato l’epopea di Safin, Kafelnikov e Youzhni (Parigi 2002), di Davydenko, Safin, Tursunov (Mosca 2006).

Rileggetevi questo post fra un annetto, quando – sperabilmente – sarà l’Italia a giocarsi la vittoria in questa Coppa, grazie a Berrettini, Sinner, Sonego, Fognini e chissà chi altro. Sarà indispensabile costruire un grande doppio,

One Response to Coppa Davis: un Ventunesimo secolo antitetico al Ventesimo

  1. simonejacca says:

    Ti do un dato secondo me ancora più forte, che ho notato qualche giorno fa:
    Nella top ten maschile attuale, non c’è nessun americano, nessun inglese, nessun francese e nessun australiano.
    Questa statistica secondo me è mostruosa: nessun tennista dei quattro paesi più forti con i quattro grandi slam è oggi competitivo.
    E se togliamo un francese che è tredicesimo, non ci sono inglesi, americani e australiani neanche in top20.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.