Due mesi fa, un ministro saccente – senza la minima opposizione – decise che la pandemia era finita e si tornava a lavorare come prima (così il PIL si impenna). Risultato: 700mila nuovi casi, 3.784 morti, 238.869 malati in più e ogni giorno nuovi record negativi. Avanti così?

Ieri, oltre ventiseimila casi in un giorno: bisogna risalire al 28 novembre 2020.

Negli ultimi tre giorni, certificati 372 morti: per arrivare a una cifra simile bisogna risalire a fine maggio 2021.

Ieri, 317.930 malati certificati, il 16 ottobre – appena due mesi fa – erano 78.071, e per tornare a quelle cifre, bisogna risalire al 17 maggio 2021.

No, il problema non era lo smartworking. Uno dei problemi è chi continua a fare il ministro.

Una risposta a "Due mesi fa, un ministro saccente – senza la minima opposizione – decise che la pandemia era finita e si tornava a lavorare come prima (così il PIL si impenna). Risultato: 700mila nuovi casi, 3.784 morti, 238.869 malati in più e ogni giorno nuovi record negativi. Avanti così?"

  1. Sara 17 dicembre 2021 / 18:11

    Credeva di essere ancora nel 2010.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.