Da Ant-Man a Giant-Man (e Wasp)

Stan Lee, Larry Lieber e Don Heck sono gli artefici di “Ant-Man! Prigioniero”. La prima apparizione del personaggio è in Tales to Astonish 27, gennaio 1962; in Italia sul numero 22 de L’Uomo Ragno (1971).
Ant-Man e Wasp

Henry Pym è uno scienziato di fama mondiale. Ha inventato un gas che gli permette di miniaturizzarsi alle dimensioni di una formica. Indossa un elmetto cibernetico che gli consente di comunicare ordini alle formiche.

Una serie di scienziati scompare nel nulla, e anche Pym viene rapito. Il “cattivo” è quantomai improbabile: il tiranno Krulla, che vive “in un’altra dimensione del tempo e dello spazio”, e vuole costruirsi un’arma potentissima con cui sconfiggere i suoi nemici. Catturato, Pym si riduce in Ant-Man e chiama le formiche, ma in questa dimensione ci sono insetti diversi, e subisce il loro attacco, finché non trova la lunghezza d’onda con cui comunicare. Per sua fortuna, spiega una nota, “anche se ridotto di statura Ant-Man conserva tutta la forza di quando è normale!”.
Krulla e il suo esercito sono mostruose entità verdastre con una specie di corno al centro della fronte. Le dieci tavole hanno un ovvio lieto fine. 

La nascita di Giant-Man” di Lee, Kirby e Heck… Henry Pym ha creato un vapore che gli consente di accrescere le sue dimensioni, capovolgendo il principio che gli aveva consentito di ridursi alle proporzioni di una formica (Ant-Man). Dello scienziato è innamorata Janet Van Dyne, meglio nota come Wasp, a sua volta messa in grado di ridursi alle dimensioni di una vespa, con il dono del volo.

Pym sintetizza i vapori in una serie di capsule che possono ingrandirlo o rimpicciolirlo in qualche frazione di secondo.
Il nemico è infantile: il Cancellatore viene da un’altra dimensione e ha il potere di rapire terrestri cancellandoli da dove si trovano come fosse una gomma con una matita.

Ho verificato: Wasp è apparsa per la prima volta in Tales to Astonish 44, nel 1963. All’inizio usava un costume dotato di maschera molto simile a quello di Ant-Man; in seguito cominciò a disegnarsi i costumi, divenendo un personaggio pubblico di fama internazionale, capace di influenzare la moda al pari di attrici famose (John Buscema ne dà la versione più glamour).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.