Dieci piccole e sgradevoli verità elettorali

Il centrodestra stravince, eppure perde voti rispetto a cinque anni fa, di voti nuovi non pare averne presi, quelli che conferma se li è redistribuiti al suo interno.

La scissione organizzata da Luigi Di Maio verrà studiata sui libri di Storia, configurandosi come la più intempestiva nella storia infinita delle scissioni.

Chi ha voluto il Rosatellum, pensando di fregare gli altri, è il primo responsabile per aver portato Giorgia Meloni a Palazzo Chigi.

Piazza Affari ha aperto in rialzo, alla Borsa la Destra non è mai dispiaciuta.

Azione e Italia Viva hanno sottratto voti più al PD che a Forza Italia.

La soglia di sbarramento ci sta regalando alcune piccole (forse meschine) soddisfazioni.

Conte ha potuto arrestare l’emorragia 5 Stelle con una campagna elettorale in cui prima Di Maio e poi Letta gli hanno offerto un immenso spazio politico.

Nei secoli dei secoli, Casini e Tabacci insegnano che nessuno sa galleggiare come i democristiani.

L’Agenda Draghi è mortifera.

Dalla Meloni una bruciante lezione alla sinistra: per raccogliere milioni di voti non è necessario puntare sul “nuovismo”, cancellando la propria storia, la tradizione e i simboli.

Pubblicità

35 risposte a "Dieci piccole e sgradevoli verità elettorali"

  1. antonior66 26 settembre 2022 / 13:10

    Una sola precisazione, la borsa ha aperto in rialzo ma i BTP hanno ceduto qualcosa e lo spread è in rialzo. Poi sul resto ne potremo discutere all’infinito.

  2. rugherlo 26 settembre 2022 / 13:10

    Stupenda prima pagina del manifesto.
    La meloni: bastava stare all’opposizione del governo draghi per passare all’incasso (vediamo tra un paio di anni…. Vd la discesa vertiginosa di Salvini).
    Piuttosto, cosa penserai o penseremo quando, nel caso, Berlusconi siederà sullo scranno di presidente del senato?

  3. denny 26 settembre 2022 / 13:26

    Piccola consolazione: non hanno raggiunto i 2/3 per modificare la costituzione. Speranza non troppo remota: il prossimo governo non dura 5 anni, prima o poi avremo un altro governo tecnico (Rudi, come ha precisato ANTONIOR66, più del ftse mib bisogna guardare i titoli di stato e lo spread)

  4. wwayne 26 settembre 2022 / 14:38

    La rielezione di Mattarella, che i piddini avevano caldeggiato nella speranza che li aiutasse a restare al governo, in realtà è stata per loro un gigantesco boomerang. Perché gli italiani sapevano che solo dando un mandato forte a Giorgia Meloni avrebbero potuto costringere il presidente a nominarla premier nonostante siano politicamente agli antipodi: di conseguenza un sacco di elettori inclini a destra che normalmente sarebbero rimasti a casa o avrebbero votato Berlusconi e Salvini in questo caso hanno puntato tutto su di lei, garantendole una percentuale di voti che con un presidente della Repubblica meno legato alla sinistra sarebbe stata impensabile.
    Adesso lei e Mattarella devono mettersi d’accordo per la formazione di un governo, e a mio giudizio non è affatto detto che quest’accordo si faccia, nonostante gli italiani abbiano dato a Giorgia il mandato forte che dicevo prima. Mattarella potrebbe tranquillamente trovare un modo per negarle non solo l’incarico di premier, ma perfino l’ingresso nel governo: gli basterebbe convincere Letta a fare quell’alleanza con Conte da lui rifiutata prima delle elezioni (a proposito, se lui l’avesse fatta quand’era il momento adesso avrebbe in mano il 41% dei voti, poco meno del 44% ottenuto dal centrodestra: complimenti Enrico, snobbare i grillini è stata proprio una mossa geniale).
    E non mi stupirebbe affatto se a Conte e Letta si unisse addirittura Salvini: un narcisista come lui preferirebbe di gran lunga un ruolo da protagonista in un governo con PD e 5 Stelle al ruolo di lavapiatti della Meloni in un governo interamente di destra.
    Mi auguro che questo scenario non si concretizzi, che vada tutto secondo logica e che Giorgia Meloni venga eletta premier già nel giro di qualche giorno. E’ la Meloni che ha vinto, e quindi è il suo progetto che deve venire applicato; se invece andasse a finire che la leader del primo partito poi si ritrova all’opposizione, questo significherebbe calpestare la volontà popolare, e quindi fare l’esatto opposto della democrazia.
    Questo progetto per venire applicato ha assoluto bisogno del sostegno di Forza Italia e Lega. Non tanto per motivi matematici, quanto piuttosto per motivi di esperienza: essendo un partito che praticamente si identifica con la sua fondatrice, Fratelli d’Italia ha una classe dirigente non all’altezza, e quasi totalmente a digiuno di esperienze di governo; Forza Italia e Lega invece hanno una grande esperienza in questo senso, e quindi è fondamentale che aiutino Giorgia a gestire il paese, ché se la aiutano i dilettanti allo sbaraglio del suo partito stiamo freschi.

  5. steferrata 26 settembre 2022 / 14:54

    Beh avendo fatto tutte le mosse strategiche per garantirsi una sonora sconfitta direi che Letta e il PD sono i grandi trionfatori di queste elezioni.. insieme al partito di chi è rimasto a casa…
    A proposito una volta si votava pure di lunedì e per come si lavora oggi di domenica direi che un 5/7 % di elettori lo si perde per quello, direttamente e indirettamente ( accompagnare genitori anziani ecc..) poi certo la motivazione intrinseca è bassa per carità

  6. calci0mercat0 26 settembre 2022 / 18:41

    Dei 900.000 voti persi dal PD non so quanti possano averne rubati la strana coppia Renzi-Calenda e quanti il covid. Targettizzare il proprio elettorato con gli over 65 ha i suoi rischi…

    Con buona pace degli “antisistema per la Meloni”, temo che vedremo l’Agenda Draghi portata avanti con altri mezzi, coi muscoli e la difesa della famiglia invece che con la retorica europeista e il feticcio della competenza.

    • wwayne 26 settembre 2022 / 21:54

      Letta è consapevole che l’elettorato del PD è composto in buona parte da over 65, e infatti in campagna elettorale aveva dichiarato di volerlo svecchiare facendo diventare il PD il partito più votato dai giovani. Il guaio è che poi non ha detto o fatto nulla che potesse servire a raggiungere quest’obiettivo.

  7. Bruno Sala 27 settembre 2022 / 07:34

    La campagna elettorale di Letta mi ha ricordato una frase di Jack Black in School of Rock: “Chi non sa fare insegna, chi non sa insegnare insegna ginnastica”; ora può tornare a Parigi a fare quello che sa, eventualmente in una palestra.

    Salvini nell’unico momento di lucidità di questi due anni ha analizzato i risultati correttamente. Peccato per lui che certe occasioni passino una volta sola.

    • denny 27 settembre 2022 / 07:55

      Woody allen aggiungeva “quelli che non sapevano insegnare neanche ginnastica li mandavano nella mia scuola”… :) (il film forse era “io e annie”?)

  8. Bruno Sala 27 settembre 2022 / 08:06

    Questo “arricchimento” di WA non l’avevo mai sentito 😁

  9. claudiopaga 27 settembre 2022 / 10:03

    Da 10 anni ad ogni giro c’e’ il 20% di voto anti-establishment, l’han preso i 5 stelle, poi renzi, poi salvini e ora e’ il turno della meloni. Chissa’, magari la prossima sara’ la volta della sinistra, o quello spazio ormai se l’e’ preso Conte con il fake reddito di cittadinanza?
    Buona flat tax a tutti (ma a qualcuno un po’ di piu’).

  10. Neuro Guarnacci 27 settembre 2022 / 11:28

    Spero solo si ricordino nella prossima campagna di Grecia che lì ci sono le montagne

  11. antonior66 28 settembre 2022 / 06:31

    Avete visto come la percentuali dei 5S si sovrappongono quasi perfettamente alle percentuali regionali del reddito di cittadinanza?

    • rugherlo 28 settembre 2022 / 07:41

      Si , ho visto anche come il pd in percentuale venga votato ormai dall’alta borghesia dei centri urbani e come, sempre in percentuale, i voto di dx siano più o meno gli stessi dal 04 ad oggi, spostandosi sul nome ora qui ora la.

      • antonior66 28 settembre 2022 / 08:25

        5,3 milioni di alto borghesi! Caspita che paese ricco!!

      • rugherlo 28 settembre 2022 / 08:51

        Se vai a vedere le percentuali è così che ti piaccia o meno. Poi se vuoi fare il giapponese sull’isola deserta, libero di farlo!!

      • antonior66 28 settembre 2022 / 10:59

        Si vede che non vai nelle sezioni. Poi, non accetto lezioni da chi vota per il qualunquismo più becero e populista. Che nella scorsa e in questa legislatura si è spesso distinto per le battaglie più ridicole che si possano prendere in considerazione.

      • rugherlo 28 settembre 2022 / 11:03

        Te sei il solito tifoso ottuso che non solo non accetta lezioni, ma nemmeno confronti . Ma quali sezioni che non c’è più nessuno.
        Quello che una volta era il partito di Berlinguer (che io votavo convinto) ora non si sa nemmeno più cosa sia, ha perso il contatto con la realtà vera.
        Contento tu…

      • antonior66 28 settembre 2022 / 12:41

        Infatti
        Il partito di Berlinguer che tu votavi convinto non ha mai inciso sulle realtà di questo paese. Le uniche riforme degne di nota le dobbiamo ai radicali e ai socialisti. Ma l’importante è tenere alzata la bandierina. Aggiungo, l’unica volta che ha deciso di appoggiare (dall’esterno, non sia mai sporcarsi le mani) un governo lo ha fatto con Andreotti, il peggior democristiano possibile.
        E questo con la massima simpatia umana per Berlinguer, ma con una buona disistima per il politico.

      • rugherlo 28 settembre 2022 / 12:48

        Ai primi radicali dobbiamo aborto e divorzio e tanto di cappello solo per questo. Ma che tu scriva che i socialisti (!!!) hanno fatto riforme mente il PCI di Berlinguer guardava o si alleava con Andreotti (eh, peccato, nel frattempo avevano ammazzati Moro..) mi fa pensare che tu stia scherzando. Altrimenti dovrei dubitare della tua intelligenza. O della tua onestà intellettuale. E si sa, le due parole (onesta/socialisti) non vanno a braccetto. O il cratere scavato dai socialisti lo hai scordato?

      • antonior66 28 settembre 2022 / 12:43

        Aggiungo, con gli insulti personali non ci fai una bella figura.

      • rugherlo 28 settembre 2022 / 12:51

        Non ti ho offeso, ci mancherebbe,, ti ho dato del tifoso ottuso, che è cosa ben diversa. Poi se non riesci a distinguere la differenza.
        Se parliamo di figure poi, tu che paragoni Craxi a Berlinguer, preferendo il primo…

  12. Mario Lamanuzzi 28 settembre 2022 / 09:32

    E come anche Letta ha dimostrato: chi non sa fare, insegna

  13. antonior66 28 settembre 2022 / 13:17

    Sempre detestato Craxi, a socialisti mi riferivo a Gino Giugni o alla senatrice Merlin.

    • rugherlo 28 settembre 2022 / 13:19

      Il pci di Berlinguer parlava di questione sociale più di 40 anni fa

      • antonior66 28 settembre 2022 / 13:54

        Poi, ti ricordo che i governi di solidarietà nazionale partono nel 1976, mentre l’omicidio Moro è nel 1978. Ne parlava, ok. In concreto? Risultati? Poi, il PCI di Berlinguer parlava ad una sola classe sociale, se vuoi governare devi parlare a tutti. Ma i 5S cosa hanno fatto per meritare i tuoi voti per gli operai? Hanno governato con destra e sinistra, quale mirabolante provvedimento hanno preso?

      • rugherlo 28 settembre 2022 / 17:58

        Allora, la consecutio tenporum non è un opinione. Moro è stato ucciso prima del famoso compromesso storico con il pci. Ti è chiaro questo? Vedo che devo spiegare tutto: ne parlava (di questione morale e sociale) vuol dire che la sua traccia politica era quella. E ne parlava ben prima di tangentopoli e dello sfascio attuale. I 5S: al contrario di te io non sono un giannizzero dei 5S. Hanno fatto errori ma anche cose buone. Restituito circa 2,7 milioni (gli unici a farlo); hanno dimezzato il numero inutile dei parlamentari, hanno istituito il rdc che, pur perfettibile, e’ una misura presente in tutta Europa. Oppure l’Europa vi piace solo quando vi fa comodo? Per la partecipazione ai governi giallo verde e giallo rosa (rosso no) mi sono turato il naso, ma senza alleanze non si può governare purtroppo (grazie anche al tuo caro Rosato). Non sarei entrato nel governo Draghi, e ora vedremo cosa faranno. Li valuterò sull’opposizione che faranno. Tu invece, cosa mi puoi del PD o, se la memoria non mi inganna, del caro Renzi? Che provvedimenti hanno preso per migliorare la nostra vita? Cosa hanno fatto ? Oltre a lusingare l’establishment, cosa volevano o vogliono fare? Tant’è, la democrazia rappresentativa è in crisi, ma non solo per responsabilità di persone che votano sentendosi in credito con la politica. Massimo rispetto per i pochi che vanno nelle sezioni, ma io gli chiederei: ti sentì rappresentato?

      • rugherlo 29 settembre 2022 / 10:24

        Con un piccolo distinguo: populismo o meno, 5S ha sposato temi che il pd ha abbandonato ormai da tempo.

      • antonior66 29 settembre 2022 / 10:49

        Il compromesso storico è del 1974, i governi della non sfiducia del 1976. Non sono io che devo ripassare la consecutio. Sulla questione morale Berlinguer aveva ragione, ovvio. Però che misure ha partorito per evitare il devasto che ne è conseguito? Sulla restituzione, lasciamo stare. Di esborso sugli interessi sui titoli di stato negli anni nel governo giallo verde ne abbiamo pagati 10 volte di più. Senza alleanze non si può governare per colpa di Rosato (che non è mio amico)? Ma davvero hai scritto questa genialità? Quindi vorresti una legge elettorale che ti faccia governare col 32% da solo? Sul RDC, così come è, è un disastro. Sui provvedimenti presi dal csx mi limito a citare il Dopo di Noi, le unioni civili, la legge contro il caporalato, la legge contro le dimissioni in bianco, l’abbassamento dell’Irpef.

      • rugherlo 29 settembre 2022 / 11:19

        Forse hai la memoria corta: Moro e ‘ stato ucciso per impedirgli di fare questo. Poi ne hai scritte tante, troppe . E,forse ti sei distratto, ma nel frattempo anche Berlinguer e’ morto. I cambiamenti di cui parlo richiedono tempo e pazienza. Certo se uno nel frattempo muore…. Lo capisci questo o non ci riesci? Rosato (autore di una schifo di legge elettorale che tu, in modo ottuso, continui a difendere , viene dal tuo amato pd). Poi non travisare ciò che ho scritto: c’è una bella differenza tra il volere la maggioranza col 30 e il rosatellum. O no? Infine provvedimenti che tu citi: si, sono stati presi, ma cosa ha fatto il pd, al governo da anni, per metterli in pratica?
        Evidentemente tu ti sentì rappresentato da chi liscia l’establishment e dal suo loft, perde il contatto con la vita vera.
        Io, pur appartenendo, grazie ai miei studi e al mio lavoro, ad una fascia senza alcun problema economico, no.
        Penso che la giustizia la sociale sia la base di un paese democratico, cosa che, da quello che scrivi, non appare.
        Infine, la situazione economica: ma perché con il pd al governo è migliorata?
        Vivi su Marte?
        Chiudiamola qui, vai, che tanto ognuno resta del suo pensiero.

      • rugherlo 29 settembre 2022 / 11:21

        Una precisazione: il compromesso storico è del 28 giugno 1977. Chi è che deve ripassare la consecutio temporum?

      • antonior66 29 settembre 2022 / 11:33

        Ho sbagliato, è del 1973.
        https://it.m.wikipedia.org/wiki/Compromesso_storico#:~:text=Compromesso%20storico%20%C3%A8%20il%20nome,Italiano%20osservata%20negli%20anni%20Settanta.
        Infine, una precisazione anch’io. Non ho mai detto che la legge elettorale di Rosato mi piace. Ho scritto altro, ho scritto che è frutto di un compromesso con altre forze, anche con i 5S, che poi al solito loro si sono tirati indietro. Ho scritto che a questo legge viene associata l’ingovernabilità, e non è vero. Non mi piace perchè nella parte proporzionale le liste sono bloccate, e perchè l’elezione o meno di un deputato o di un senatore dipende a volte da una pura casualità. Sulla parte proporzionale L’elettore non ha possibilità di scelta tra i candidati. Però questo non viene mai detto, si accusa invece il Rosatellum dell’unica colpa che non ha. A dimostrazione che le critiche al Rosatellum sono strumentali.

      • rugherlo 29 settembre 2022 / 12:01

        I 5 stelle ??? Ma che dici?
        Nel 2017 l’urgenza di arginare il boom dei 5 Stelle aveva spinto il pd di Renzi – a disegnare un sistema maggioritario, penalizzante per il Movimento che correva da solo. L’arma, ora, si è ritorta contro il pd che sui suoi social, attacca la legge per cui aveva esultato.

  14. luigi 29 settembre 2022 / 00:41

    «La sinistra, da tempo, ha cessato di costruire il suo popolo. E ha cessato di costruirlo nella diffidenza e nella critica nei confronti del capitalismo, inebriata da una sbornia liberista fondata su una idea ottimistica della globalizzazione, per cui il suo impianto è diventato un combinato disposto di “mercatismo acritico”, declinato come subalternità acritica al vincolo esterno, e “difesa dei diritti civili”, spesso ridotti a bandierine. Un impianto da partito “radicale di massa”, sradicato dalla sua matrice laburista e socialdemocratica, che ha rinunciato a porre al centro della propria agenda la questione sociale e, con essa, un progetto di governo che parta dalla critica dell’esistente, lasciandola così al populismo e alla protesta».
    Apparso sull’Huffpost odierno, mi sembra il miglior commento possibile sul PD odierno, che non è diverso dal Pds e dai Ds se non nella decisa soppressione della parola “sinistra”.

    • rugherlo 29 settembre 2022 / 07:53

      Purtroppo è proprio così

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.