Lady Violet, 10 battute fulminanti da Downton Abbey

Negli sfarzosi, antiquati panni di Lady Violet Crawley, Maggie Smith interpreta la contessa madre. Vedova e con due figli, ha frequentato la corte della regina Vittoria e dei suoi pallidi successori, ha visto l’Impero Britannico perdere pezzi ed è lucidamente consapevole di non poter arrestare il cambiamento: quel che vorrebbe fare, è indirizzare questo cambiamento, gestirlo nei modi e nei tempi.

Forse il personaggio più amato della serie, Lady Violet ha avuto una vita alquanto movimentata: da quando Julian Fellowes ha cominciato a metterla in scena (settantenne, nel 1912), ha dovuto sopportare vari lutti, fra cui quella della nipote Sybil e del primo marito di Mary, la nipote prediletta. Verso il figlio Robert prova più tenerezza che stima, a suo tempo ha salvato dalla bancarotta Downton Abbey spingendolo a sposare Cora, una ricca ebrea americana. In tarda età, Violet ha costruito un legame con Isobel (Penelope Wilton), la madre del compianto Matthew: poli antitetici in ogni scelta importante, le due donne si fronteggiano, punzecchiano, manifestando in questo modo lo scontro tra due mentalità differenti.

Ostinata, arguta, diplomatica, capace di mantenere un segreto, fino alla fine della serie (1927), a 85 anni Lady Violet incarna lo spirito dell’aristocrazia inglese, con tutto il suo snobismo autoritario, l’animo compassionevole, la difesa intransigente di ogni gerarchia. È sempre sua l’ultima parola. Elargisce perle di saggezza, perfidia ed eleganza, con un sarcasmo che andrebbe imparato a memoria:

  1. Non essere disfattista, mia cara. Fa molto ceto medio.
  2. La volgarità non può essere un sostituto dell’arguzia.
  3. I princìpi sono come le preghiere; nobili, senza dubbio, ma imbarazzanti durante un ricevimento.
  4. Se fossimo sempre moralmente ineccepibili, che ne sarebbe dei preti?
  5. Conosco svariate coppie perfettamente felici. Non si parlano da anni.
  6. L’unico poeta di alto lignaggio che io conosca è Lord Byron e immagino che tutti sappiamo che fine ha fatto.
  7. Nessun ospite dovrebbe essere accolto senza una data di partenza già stabilita.
  8. Mi chiedo come riusciate a sopportare il peso dell’aureola, dev’essere come avere una tiara sul capo tutto il giorno.
  9. Io penso davvero che il focolare domestico sia il posto ideale per una donna, ma non ci vedo nulla di male se si diverte un po’ prima di arrivarci.
  10. Tutti arrivano all’altare nascondendo metà della storia.

Una risposta a "Lady Violet, 10 battute fulminanti da Downton Abbey"

  1. bartolomeo Salvo 15 novembre 2019 / 18:46

    Maggie Smith attrice deliziosa, lei e David Niven incarnano alla perfezione lo stereotipo dell’inglese snob, elegante, ironico e un po’ affettato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.